nuovi dehor a bergamo

Assegnati i sei spazi messi a bando da Palazzo Frizzoni: ecco quali locali se li sono aggiudicati

Inoltre, è stata firmata l'ordinanza che vieterà, a partire dalla prossima settimana, la vendita d'asporto di qualsiasi bevanda in città. Sarà consentita solo la consumazione al tavolo

Assegnati i sei spazi messi a bando da Palazzo Frizzoni: ecco quali locali se li sono aggiudicati
Bergamo, 10 Giugno 2020 ore 20:04

Si è chiuso il bando di Palazzo Frizzoni per l’assegnazione dei sei spazi per la somministrazione di cibi e bevande all’aperto, dove verranno costruiti ulteriori dehor che si integreranno con quelli nelle aree già messe a disposizione dei locali dall’Amministrazione, in oltre 20 luoghi della città.

Bergamo assumerà così la forma di un grande dehor diffuso: l’obiettivo è di venire incontro sia alle esigenze di baristi e ristoratori, fortemente colpiti dal lockdown, sia dei residenti desiderosi di spazi aggregativi da vivere in sicurezza.

Si è trattato di un bando non ordinario: distanziamento fisico, sanificazione degli spazi, e servizio esclusivo al tavolo rendono la proposta estiva di quest’anno diversa dalle precedenti: in poche parole, scordiamoci gli “estivi” cui siamo abituati.

In totale sono state 7 le domande pervenute (una per spazio, eccetto per il parco della Trucca che ne ha ricevute due, di cui una non ammissibile) e il Comune di Bergamo ha assegnato 5 dei 6 luoghi messi a bando. Non è stato assegnato il Parco della Crotta: per questo luogo è arrivata una richiesta da un circolo privato e, per questa ragione, non corrispondente ai parametri stabiliti dal bando, rivolto invece a bar, ristoranti, o trattorie.

In particolare ecco le assegnazioni di ogni spazio:

  • Parco della Trucca: Bar Haiti, Il Circo Srl, Food Pontida Srl, Pontida Srl
  • Parco di Sant’Agostino: Comunità delle Botteghe – Osteria del vino buono, Pozzo Bianco, Fly Pub, Papageno, ELAV Kitchen, Vineria Cozzi, Tucan’s Pub, la birreria di Città Alta, Bar dell’Angelo, Gelateria Carmen
  • Piazza Vecchia: Aggregazione il borgo in piazza – il Fornaio di Pesenti, Il sole in bocca, l’Alimentari, Stekko, Profilo
  • Parco Brigate Alpine: Pizzeria Portofino
  • Area verde esterna al Parco Goisis: Caffè dei portici, Barrier, Borghetto, NUTOPIA, Tassino Eventi

Inoltre, il sindaco Giorgio Gori ha avviato un’interlocuzione con diverse altre attività di somministrazione della città, costituitesi nel comitato Co.ri.le. e rappresentate dall’avvocato Marco Bonomi, con l’obiettivo di costruire un percorso comune in vista dell’offerta estiva 2021.

Infine, oggi (venerdì 10 giugno) è stata firmata l’ordinanza che vieterà, a partire dalla prossima settimana, la vendita di qualsiasi bevanda d’asporto in città. Il provvedimento mira a evitare, soprattutto tra i più giovani, assembramenti e a limitare la “movida” selvaggia. Tutti i giorni, dal 18 giugno al 31 luglio (fatti salvi eventuali successivi provvedimenti) dalle 19 fino alle 7 del giorno successivo:

  1. è vietata la vendita per asporto di bevande, alcoliche e non alcoliche, da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. Sarà sempre consentita la somministrazione sia all’interno dell’attività che all’esterno dell’esercizio stesso, esclusivamente con servizio al tavolo;
  2. è vietata la vendita per asporto di bevande alcoliche e non alcoliche da parte degli esercizi di vicinato, delle attività artigianali, dei distributori automatici e delle medie e grandi strutture di vendita
  3. è vietata la consumazione di qualsiasi bevanda (alcolica e non alcolica) su area pubblica o privata ad uso pubblico compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico;

Resta consentita la vendita con consegna a domicilio da parte delle predette attività commerciali, di somministrazione e artigianali. Resta fermo l’obbligo di cui all’art. 17 del regolamento di Polizia Urbana per tutte le attività di somministrazione di alimenti e bevande di adottare misure idonee affinché all’uscita dei locali i frequentatori evitino comportamenti dai quali possa derivare rumore o disturbo alle persone.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia