Entro il 2023

Black out elettrici, vincono i sindaci bergamaschi: Enel investirà cento milioni

All'incontro in Prefettura hanno partecipato il prefetto, il presidente della Provincia, i sindaci di Scanzorosciate, Alzano Lombardo, Caravaggio, Cavernago, Cenate Sopra, Chiuduno, Cologno al Serio, Mornico al Serio e Treviglio e i referenti locali di E-Distribuzione

Black out elettrici, vincono i sindaci bergamaschi: Enel investirà cento milioni
Cronaca Bergamo, 15 Gennaio 2021 ore 17:19

L’abbondante nevicata caduta il 28 dicembre scorso su tutto il territorio bergamasco aveva causato ben più di un disagio, con segnalazioni di strade paralizzate e blackout diffusi in tutta la provincia che avevano lasciato senza corrente elettrica circa 42 mila persone. Oggi (venerdì 15 gennaio), a seguito della richiesta avanzata nelle scorse settimane da 54 sindaci, il Prefetto di Bergamo Enrico Ricci e il presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli hanno incontrato in streaming una delegazione di 9 primi cittadini per discutere degli interventi da attuare sulla rete di distribuzione elettrica.

All’incontro hanno preso parte i sindaci di Scanzorosciate, Alzano Lombardo, Caravaggio, Cavernago, Cenate Sopra, Chiuduno, Cologno al Serio, Mornico al Serio e Treviglio, oltre ai referenti regionali e provinciali di E-Distribuzione. «Ringraziamo il prefetto per aver accolto la nostra richiesta – commentano gli amministratori locali -. Oggi abbiamo fatto il punto sulla situazione e soprattutto abbiamo potuto confrontarci con E-distribuzione che ha garantito da qui al 2023 un volume di investimenti pari a 83,8 milioni di euro, cui se ne aggiungeranno ulteriori 13,9 in manutenzione».

Durante l’incontro è emersa anche la necessità di migliorare la comunicazione tra E-distribuzione e primi cittadini, necessaria a segnalare guasti e malfunzionamenti con costanza e puntualità. Tra le richieste avanzate dagli enti locali vi è anche quella di ricedere ulteriori fondi dallo Stato, destinati all’adeguamento e alla messa in sicurezza delle cabine e delle linee elettriche, oltre all’abbattimento degli alberi in prossimità delle linee stesse, senza incidere sulle bollette a carico degli utenti.

«Il vertice si è concluso con l’impegno di aggiornarsi in tempi brevi con E-Distribuzione per conoscere gli specifici investimenti che coinvolgeranno la Bergamasca – concludono i sindaci -. Inoltre valuteremo nel corso di riunioni tecniche gli alberi da abbattere e troveremo nuove modalità di comunicazione condivise».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli