Il lutto

Brembate, l'ultimo gesto d'amore di Dario Ceroni: donare gli organi per salvare altre vite

Il dolore della comunità per la prematura scomparsa del volontario, benvoluto da tutti, proprio come suo padre

Brembate, l'ultimo gesto d'amore di Dario Ceroni: donare gli organi per salvare altre vite
Cronaca Ponte San Pietro e Isola, 06 Agosto 2021 ore 14:40

Si è spento all'improvviso a causa di un malore che non gli ha lasciato scampo. Come racconta PrimaLaMartesana, l'intera comunità di Brembate è in lutto per la scomparsa di Dario Ceroni, cinquant'anni. Il padre Franco, deceduto alcuni anni fa, era stato presidente della Conferenza San Vincenzo e volontario attivo, e anche Dario, conosciutissimo in città, si è sempre prodigato per il prossimo.

Ceroni è descritto da tutti come un uomo buono, amato e benvoluto, che ha sempre cercato di aiutare il prossimo in ogni modo possibile. E neanche l'improvvisa morte gliel'ha impedito: i suoi organi saranno infatti donati e permetteranno ad altri di vivere. Ceroni era consigliere della Brembatese, che nel dicembre 2012, in occasione di un importante traguardo, gli aveva dedicato questo pensiero, particolarmente eloquente:

«Sabato, con la gara degli esordienti 2000, il consigliere Dario Ceroni taglierà un importante traguardo al servizio della Brembatese. Sarà la seicentesima (!) volta che svolgerà le funzioni di guardalinee ufficiale della società, sommando le prestazioni al seguito della prima squadra a quelle delle varie formazioni giovanili che lo hanno visto protagonista in questi anni. Lo abbiamo visto in bermuda sotto il sole cocente, imbacuccato come un Babbo Natale a cinque gradi sotto zero, bagnato fradicio sotto il diluvio ma sempre, orgogliosamente, con la sua bandierina in mano. A nome della Brembatese mi congratulo con Dario per il record raggiunto, augurandogli altrettante partite e ringraziandolo per l’impegno e la passione che, da oltre dieci anni, mette al servizio dei nostri colori».

Ceroni si è spento lunedì 2 agosto, ma i funerali si sono tenuti solo stamattina (venerdì 6 agosto), alle 10, nella parrocchiale di Brembate. Il motivo di questa attesa è dovuto al fatto che si è dovuto attendere qualche giorno per l'espianto degli organi che Ceroni ha donato.