Grave

Calusco, due cittadini marocchini arrestati: hanno aggredito due connazionali, anche con un machete

Hanno 28 e 23 anni: si sono resi protagonisti di due aggressioni con armi da taglio, ma erano già stati in carcere a ottobre

Calusco, due cittadini marocchini arrestati: hanno aggredito due connazionali, anche con un machete
Pubblicato:
Aggiornato:

Due cittadini di nazionalità marocchina, di 28 e 23 anni, residenti a Calusco d'Adda sono stati tratti in arresto lo scorso giovedì 20 maggio dai carabinieri della stazione locale: nei mesi scorsi, infatti, si sono resi protagonisti di diversi reati, tra cui aggressioni con machete e armi da taglio.

A ottobre 2023, i due uomini erano già stati arrestati dai militari dell'aliquota radiomobile dei carabinieri di Sesto San Giovanni, dopo aver cercato di sottrarsi a un controllo con relativo inseguimento; in quell'occasione, sono finiti in manette per reati di resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti a offendere.

Due aggressioni, poi la nuova ordinanza

Un mese dopo, nel novembre 2023, sono stati scarcerati con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Tuttavia, i due indagati, non si sono fermati nella loro scia di reati. A febbraio, a Paderno d'Adda, hanno colpito con un coccio di bottiglia e un machete un connazionale. Uno dei due, lo scorso 16 giugno, a Medolago ha aggredito con un'arma da taglio un altro connazionale, ricoverato in codice giallo.

A quel punto l'Autorità giudiziaria, che aveva emesso la precedente misura cautelare e a cui sono state inviate le richieste di aggravamento della misura in atto, avendone valutato la pericolosità sociale ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di entrambi. L'arresto è infine avvenuto qualche giorno fa a Calusco d'Adda: dopo le formalità di rito, sono stati trasportati alla casa circondariale di Bergamo.

Commenti
Giorgio

Che non mi capitino mai sottotiro.

Matteo

Meno male che questi li hanno arrestati, nelle altre notizie ai legge foglio di via daspo urbano, anche per un egiziano che ha cercato di strangolare un caramba. Se lo facessi io mi accusano di tentato omicidio, giustamente, vai a capire perchè l'egiziano può cercare di strangolare un carabiniere e non va in galera!!!! E questi due attestati quanto staranno dentro? Fino a domani o stasera sono già a spasso?

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali