Una rassegna di bufale

Cinque notizie che non lo erano Non è proibito fumare in auto

Cinque notizie che non lo erano Non è proibito fumare in auto
22 Settembre 2016 ore 10:00

 

1) Il jack nascosto nell’iPhone 7

Gli ultimi mesi sono stati ricchi di annunci e smentite a proposito delle nuove caratteristiche del nuovo iPhone 7, come sempre attesissimo, di cui ormai si erano intuite quasi tutte le principali novità. L’aggiornamento più discusso, di cui molti dubitavano, è la rimozione del caro vecchio jack da 3,5 mm, con cui da anni era possibile collegare ogni genere di cuffie ed auricolari per poter ascoltare musica o parlare più comodamente senza dover tenere lo smartphone in mano.

In questi giorni sul web è circolato un video molto curioso, diffuso da un canale molto popolare su Youtube, che mostrava come con un semplice trapano fosse facile scoprire il jack audio, presente all’interno ma nascosto dalla scocca. Alcuni hanno polemizzato sulla presunta scelta di nascondere un componente così importante solo per motivi commerciali, altri hanno addirittura cercato di emulare l’operazione vista in video, pentendosene poco dopo. Il video infatti è ironico e nonostante sembra che l’iPhone venga veramente trapanato, e quindi danneggiato, è possibile sentire che anche con le cuffie inserite nel foro, l’audio del telefono continua a sentirsi soltanto dalle casse. Non esistono jack nascosti nel nuovo iPhone e consigliamo a chiunque abbia già acquistato il nuovo dispositivo Apple di non provare ad emulare quanto visto in video.

 

2) Arriva il divieto di fumare in auto: multa fino a 4mila euro

La legislazione nel campo del tabacco è diventata negli anni sempre più stringente, nel tentativo di convincere sempre più persone a smettere di fumare o almeno di limitare ai non fumatori il contatto con il fumo passivo. Secondo una notizia comparsa in questi giorni, tra poco dovrebbe entrare in vigore anche una nuova legge che vieti a chiunque di fumare all’interno della propria auto, con multe che arriverebbero addirittura a 4mila euro.

Nonostante molti studi dimostrino che fumare in auto sia una grave distrazione, al pari di parlare al telefonino, non è stata approvata nessuna legge che impedisca al conducente di fumare, almeno finché non abbia passeggeri. I limiti infatti esistono nel caso in cui a bordo siano presenti minorenni o donne in gravidanza, considerati a ragione soggetti più esposti agli effetti cancerogeni del fumo e quindi da tutelare. La norma è entrata in vigore a febbraio di quest’anno per recepire una direttiva dell’Unione Europea che estende il divieto di fumare nei luoghi chiusi anche agli autoveicoli in sosta o in movimento qualora si sia in presenza di minorenni o di donne in stato di gravidanza. Il limite, oltre al conducente, vale anche per tutti i passeggeri maggiorenni, la multa però è decisamente meno salata di quanto scritto ed è compresa tra i 27,50 euro e i 275 euro.

 

3) Massimo Boldi sarà Berlusconi nel prossimo film di Sorrentino

Il festival del cinema di Venezia si è da poco concluso e tra i registi più attesi c’era anche Paolo Sorrentino, che ha presentato la sua nuova serie televisiva The Young Pope, riscuotendo un discreto successo. Sorrentino durante un’intervista ha anche annunciato il suo prossimo lavoro, un lungometraggio con protagonista Silvio Berlusconi che si intitolerà Loro.

L’assegnazione del ruolo dell’ex cavaliere sarà sicuramente molto delicata, essendo Berlusconi un personaggio discusso ma anche molto amato, e così la curiosità sull’attore scelto ha subito lasciato spazio a speculazioni e pettegolezzi. La notizia più clamorosa, e che ha trovato spazio anche su diversi quotidiani nazionali, è che il ruolo di Berlusconi sarebbe stato assegnato a Massimo Boldi, attore conosciuto al grande pubblico soprattutto come comico. L’attore ha dichiarato a Repubblica di non saperne nulla ma che sarebbe onorato di lavorare con un premio Oscar come Sorrentino. Lo stupore generale ha fatto in modo che la notizia finisse presto tra le più cliccate della giornata, obbligando lo staff del regista a smentire con una comunicazione a Wired la presenza di Boldi nel nuovo film, senza fornire ulteriori dettagli su chi interpreterà l’ex premier.

 

4) Il cane che vive sulla tomba del padrone

11149675_660358024068509_587440257415720589_o

L’amore per gli animali è un sentimento molto forte nelle persone, tanto che spesso una bella storia, per quanto poco fondata, trova spazio e condivisioni sul web, coinvolgendo pure personaggi noti. Anche i cani sono molto legati ai propri padroni e in situazioni di grande difficoltà dimostrano di voler star loro vicino. LSi è visto recentemente in alcune immagini che riguardavano il terremoto in Centro Italia, dove diversi animali sono rimasti accanto ai propri padroni anche quando lottavano per la propria vita e addirittura anche oltre, vegliando vicino ai loro feretri.

Una notizia simile è arrivata anche dagli Stati Uniti dove, secondo quanto scritto in una notizia che circola da diverso tempo, un pastore tedesco vivrebbe ormai da mesi sulla tomba del proprietario. Le immagini sono state condivise da quasi 300mila persone solo in Italia, ma la storia di questo cane è ben diversa ed è già stata rivelata lo scorso anno. Si tratta infatti di una femmina incinta che ha costruito sulla tomba di un uomo una piccola tana dove poter partorire ed accudire i propri cuccioli, non avendo una casa dove stare. La bella notizia però è che grazie a queste fotografie è partita una gara di solidarietà che ha permesso alla cagnolina ed ai suoi piccoli di trovare una casa ed un padrone pronti ad accoglierli.

 

5) Quattro rom entrano in casa, li uccide a colpi di Kalashnikov

BRAVO COSÌ SI FA! .( mauri)

Pubblicato da Avanguartia NERA su Venerdì 16 settembre 2016

Il desiderio di farsi giustizia da sé spesso è molto forte, soprattutto in un momento particolare in cui molti cittadini non si sentono tutelati dalle istituzioni. Trovano così spazio numerose notizie che spesso appaiono sui social network e che raccontano di ladri e stupratori fermati da comuni cittadini, quasi sempre ricorrendo alle maniere forti. La maggior parte di queste storie sono bufale, come quella che circola in questi giorni e che racconta di un trentunenne veronese che avrebbe accolto a colpi di Kalashnikov quattro rom che tentavano di entrare nella sua abitazione. L’esito dello scontro è scontato, con un’arma di quel calibro, e i quattro ladri sarebbero morti: «Dovevo difendere la mia famiglia – avrebbe dichiarato il padrone di casa – voi avreste fatto lo stesso».

L’uomo mostrato in fotografia, che si chiamerebbe Alberto Gibbo, è però in realtà il campione del mondo di sollevamento pesi, il neozelandese Brett Gibbs. Non c’è stato quindi nessun evento di questo tipo, la notizia è stata inventata per attirare visitatori e l’immagine è stata anche ritoccata copiando le grafiche del sito Ansa per farla sembrare più attendibile.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia