Menu
Cerca
l'andamento settimanale

Contagi stabili e calo delle ospedalizzazioni: la bella novità è il boom di vaccinazioni

A margine dei primi sette giorni trascorsi dalla Lombardia in zona gialla, l'andamento epidemiologico conferma un quadro di sostanziale stabilità

Contagi stabili e calo delle ospedalizzazioni: la bella novità è il boom di vaccinazioni
Cronaca Bergamo, 01 Maggio 2021 ore 15:57

Nonostante il leggero rialzo dell’indice Rt nazionale, passato negli ultimi sette giorni da 0.82 a 0.85, la prima settimana trascorsa dalla Lombardia in zona gialla si chiude con un andamento dei contagi da Covid in linea con quanto emerso nell’ultimo periodo.

Se da un lato il maltempo ha certamente penalizzato baristi e ristoratori, che possono servire i clienti solo in spazi all’aperto, dall’altro queste riaperture inducono molti esperti a ritenere probabile un nuovo aumento dei contagi verso la fine di maggio.

Valutazioni che però non tengono conto dell’andamento della campagna vaccinale. Una variabile che vista l’accelerata degli ultimi giorni in Lombardia potrebbe essere determinante per evitare di correre il rischio di nuove chiusure. Guido Bertolaso nell’annunciare per la giornata di ieri (venerdì 30 aprile) il superamento della soglia di 115 mila vaccinazioni giornaliere ha usato una metafora calcistica: «La Lombardia è da Champions League». Anche la Bergamasca però non è da meno, viste le 40 mila dosi somministrate in 48 ore tra giovedì e venerdì.

La situazione nella Bergamasca

L’Ats di Bergamo ha confermato, per quel che riguarda nello specifico la nostra realtà, una sostanziale stabilità nel numero dei nuovi casi: «la situazione complessiva della terza ondata pandemica in provincia di Bergamo, anche questa settimana, tende a stabilizzarsi più che ad avere un consistente decremento».

Nel complesso da mercoledì 21 a martedì 27 aprile sono state 1.172 le positività diagnosticate in provincia, 9 in meno rispetto al periodo precedente.

Pressochè identici anche la media quotidiana di nuovi casi, pari a 167 contagi al giorno contro i 169 della settimana precedente, e l’incidenza settimanale, pari a 103 positivi ogni 100 mila abitanti, contro i 102 della settimana prima.

Il punto sull’epidemia

A fronte di questo rallentamento nella flessione della curva dei Contagi, segnale che il virus continua ad essere in circolazione, gli ultimi sette giorni hanno però nuovamente confermato il più deciso calo nel numero dei posti letto occupati negli ospedali.

Su scala regionale, venerdì 23 aprile i pazienti in terapia intensiva erano 644 e quelli ricoverati nei reparti ordinari 4.185. Ad oggi, sabato 1 maggio, i malati Covid nei reparti di area critica sono scesi a 536, quindi 108 in meno, mentre quelli ricoverati nei reparti ordinari nel complesso sono 3.403, pari a un calo di 782 pazienti.