Cronaca
il caso

Denuncia lo smarrimento dei documenti ma è condannato per spaccio: va in carcere

Protagonista un giovane di 26 anni, originario del Gambia, che si è presentato alla stazione dei carabinieri di Bergamo Bassa

Denuncia lo smarrimento dei documenti ma è condannato per spaccio: va in carcere
Cronaca Bergamo, 06 Novembre 2021 ore 10:20

Si è presentato in caserma dai carabinieri per denunciare lo smarrimento dei propri documenti. Ne è uscito in manette e ora è in carcere a Bergamo. Protagonista della vicenda un giovane di 26 anni, originario del Gambia.

Il ventiseienne ha bussato nei giorni scorsi alla stazione di Bergamo Bassa, in via Ermete Novelli, ma nell’effettuare un controllo per verificare l’identità del giovane, i militari hanno scoperto che a suo carico pendeva un ordine di carcerazione, emesso dall’ufficio esecuzioni penali del tribunale di Bergamo.

Il cittadino gambiano, con svariati precedenti, disoccupato e senza fissa dimora, è stato arrestato e portato nel carcere di via Gleno dove dovrà scontare 1 anno e 9 mesi di reclusione perché ritenuto colpevole di aver spacciato dal settembre 2018 al luglio del 2019 tra le città di Bergamo e Treviso.