Era il 29 ottobre

Manifestazione non autorizzata in piazzale Alpini, altre 23 persone denunciate

Dieci persone denunciate sono minorenni. Un ragazzo di 26 anni era stato arrestato la sera stessa e processato per direttissima per aver lanciato pietre e castagne ai poliziotti

Manifestazione non autorizzata in piazzale Alpini, altre 23 persone denunciate
Cronaca Bergamo, 23 Novembre 2020 ore 10:33

Prima del picchetto del 5 novembre scorso davanti al Comune e sotto l’abitazione del sindaco Giorgio Gori, le prime proteste contro il coprifuoco e il Governo erano andate in scena il 29 ottobre in Piazzale Alpini. Quella sera, a margine della manifestazione non organizzata, era stato arrestato un ragazzo di 26 anni per aver lanciato pietre e castagne contro i poliziotti in assetto antisommossa, ma ieri al termine degli accertamenti la Digos ha denunciato altre 23 persone, di cui 10 minorenni.

Le persone denunciate sono state identificate grazie ai filmati ripresi dalle forze dell’ordine e per tutti l’accusa è di violazione del testo unico di pubblica sicurezza e interruzione di pubblico servizio. Il 29 ottobre, infatti, il viale Papa Giovanni venne chiuso al traffico per circa mezz’ora dopo che i manifestanti occuparono la carreggiata.

Alcuni manifestanti sono stati anche denunciati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, avendo lanciato oggetti contundenti verso gli agenti e, infine, una persona è stata denunciata per aver dato alla polizia generalità fasulle.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità