Menu
Cerca
la comunicazione dell'ats

Disabili gravi non inseriti nelle liste dell’Inps: come fare per prenotare il vaccino anti-Covid

Questa categoria di persone può chiamare il call-center 800.894.545 e fornire alcuni dati personali. Quindi potrà accedere al nuovo portale online di prenotazione

Disabili gravi non inseriti nelle liste dell’Inps: come fare per prenotare il vaccino anti-Covid
Cronaca Bergamo, 14 Aprile 2021 ore 13:06

A cinque giorni dall’apertura delle prenotazioni del vaccino anti-Covid destinato ai pazienti estremamente fragili e alle persone disabili continuano ad arrivare segnalazioni di persone che, pur avendone diritto, non riescono ad accedere alla piattaforma online.

Pazienti disabili gravi (ossia quelli individuati dalla legge 104/92, art. 3, comma 3) non sono stati infatti inseriti nelle liste dell’Inps; un fatto che ha contribuito ad alimentare ben più di un imbarazzo in Lombardia dove la campagna vaccinale ha fino ad oggi zoppicato più volte.

Nel tentativo di limitare i disagi e offrire loro la possibilità di prenotare il vaccino di cui hanno diritto, l’Ats di Bergamo ha fatto sapere che i disabili gravi non inseriti nelle liste trasmesse dall’Inps possono chiamare il call-center 800.894.545, fornendo all’operatore telefonico i seguenti dati: tessera sanitaria, codice fiscale, il proprio nominativo, la data di nascita, la categoria di appartenenza (disabile grave L.104/92, art. 3, comma 3), il numero di cellulare, la provincia, il comune e il Cap di residenza o domicilio e il proprio indirizzo.

«Dopo 24 o 48 ore – dicono dall’Ats – il cittadino potrà prenotare l’appuntamento attraverso la piattaforma dedicata (QUI il link diretto) per sé e per i propri caregiver conviventi». Ad oggi è possibile prenotare il vaccino fino a un massimo di 3 caregiver.

«Il giorno della vaccinazione – conclude l’Ats di Bergamo – la persona con disabilità grave dovrà presentare copia del certificato di disabilità verbale rilasciato dall’Inps. I caregiver conviventi dovranno mostrare l’autocertificazione».