nel carcere di via gleno

Dopo l’incontro con i detenuti, ecco gli 8 computer promessi dal Comune di Bergamo

Dopo l’incontro con i detenuti, ecco gli 8 computer promessi dal Comune di Bergamo
Bergamo, 14 Marzo 2020 ore 14:48

Ogni promessa è debito, e così è stato. Gli otto computer messi a disposizione dei detenuti del carcere di Bergamo, annunciati dal sindaco Giorgio Gori, sono stati installati nella struttura di via Gleno nella serata di venerdì 13 marzo.

I laptop sono stati regalati dal fornitore del Comune di Bergamo Globo e permetteranno agli ospiti della casa circondariale di mettersi comunque in contatto con i loro cari attraverso colloqui telematici, dopo che questi ultimi erano stati sospesi a causa delle nuove disposizioni adottate per arginare i contagi da Coronavirus.

Il primo cittadino aveva avanzato l’idea di questa soluzione alla direttrice del carcere Teresa Mazzotta mercoledì scorso, durante una visita nella quale aveva incontrato anche una delegazione di 15 detenuti delle varie sezioni della casa circondariale. I detenuti di Bergamo, infatti, avevano scelto la via del dialogo con le istituzioni per esprimere le loro preoccupazioni in merito all’attuale situazione, a differenza di quel che è avvenuto in molte carceri del resto del nostro Paese.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia