Menu
Cerca
la campagna vaccinale

Finita la fase per gli over 80. Oggi (12 aprile) al via le vaccinazioni per la fascia 75-79 anni

A livello provinciale, per questa categoria di cittadini, saranno effettuate circa 3.500 vaccinazioni al giorno

Finita la fase per gli over 80. Oggi (12 aprile) al via le vaccinazioni per la fascia 75-79 anni
Cronaca Bergamo, 12 Aprile 2021 ore 09:31

Oggi, lunedì 12 aprile, prende il via quella fase della campagna vaccinale che da più parti è ritenuta decisiva, anche per un graduale percorso di riaperture. In Lombardia, terminata la fase dedicata agli over80, inizieranno infatti le somministrazioni per i cittadini con un’età compresa tra i 75 e i 79 anni.

Secondo quanto dichiarato all’Eco di Bergamo dal direttore generale dell’Ats Massimo Giupponi la “macchina” messa a punto a livello provinciale effettuerà 3.500 vaccinazioni al giorno per questa categoria di lombardi, che saliranno a 7 mila se si considerano anche quelle per le persone estremamente vulnerabili, i disabili e coloro che devono essere vaccinati a domicilio.

Tra poco più di due settimane, il 27 aprile, dovrebbe invece essere la volta per i bergamaschi tra i 70 e i 74 anni, mentre dal 22 di aprile il portale di Poste Italiane darà la possibilità di prenotare il proprio turno alle persone tra i 60 e i 69 anni.

Capitolo over80

Ieri, domenica 11 aprile, si p concluso il primo ciclo di vaccinazioni per tutti gli ultraottantenni che, nonostante si fossero prenotati sul vecchio portale gestito da Aria spa, non avevano mai ricevuto un sms di conferma da Regione Lombardia. Nel complesso, in provincia di Bergamo, hanno ricevuto almeno una dose di vaccino circa 60 mila persone.

Gli over80 che ad oggi non si sono ancora prenotati, e che quindi non hanno ricevuto ancora la prima vaccinazione, possono aderire alla campagna utilizzando il nuovo portale gestito dalle Poste. Il nuovo sistema consente di scegliere il centro vaccinale più vicino a casa, ma anche il giorno e l’orario per farsi vaccinare.

Capitolo fragili e caregivers

Intanto, però, restano diversi problemi di prenotazione per la vaccinazione, in Lombardia, per molte persone afflitte da patologie croniche individuate dalle “Raccomandazioni ad Interim sui gruppi target della vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19” e quindi nel pieno diritto di ricevere il siero non avevano modo avuto di iscriversi. Il motivo? Ai medici di base non era stato fornito un form in cui segnalare i loro pazienti fragili. Insomma iscrizioni aperte anche per i fragili, ma questi ultimi rimbalzati dal sistema, con i medici con le mani legate. Ne avevamo già scritto QUI, ma dalla Brianza arrivano altre storie che fanno capire come il problema non sia ancora stato risolto.

Condividi