l'inchiesta

Chiusura e riapertura dell’ospedale di Alzano, la Finanza indaga al Pirellone

Le Fiamme Gialle stanno acquisendo materiale informatico, telefonico e altri documenti. Secondo indiscrezioni ci sarebbero degli indagati tra i funzionari regionali

Chiusura e riapertura dell’ospedale di Alzano, la Finanza indaga al Pirellone
Val Seriana, 22 Ottobre 2020 ore 16:35

La Guardia di Finanza di Bergamo entra negli uffici della direzione Welfare del Pirellone per acquisire materiale informatico, telefonico e altri documenti nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla Procura sulla gestione del pronto soccorso dell’ospedale di Alzano Lombardo il 23 febbraio scorso.

I magistrati, che hanno aperto un fascicolo per epidemia colposa, vogliono fare chiarezza in merito alle decisioni prese quando furono scoperti i primi pazienti positivi al Coronavirus nella Bergamasca; il pronto soccorso della struttura sanitaria della Val Seriana, infatti, fu chiuso e poi riaperto nel giro di poche ore.

Secondo una memoria scritta dal direttore generale dell’Asst Bergamo Est, cui fa capo anche l’ospedale Pesenti-Fenaroli, si trattò di un ordine della Regione e all’epoca dei fatti alla guida della direzione generale Welfare sedeva Luigi Cajazzo, rimosso per lasciare spazio a Marco Trivelli. Secondo quanto riporta Corriere Bergamo, pare che ci siano indagati tra i funzionari regionali. Un altro punto dell’inchiesta rispetto al quale i magistrati bergamaschi vogliono far luce è anche la mancata istituzione della zona rossa in Val Seriana.

«Siamo soddisfatti che la Procura abbia preso sul serio la nostra richiesta di verità e giustizia, che è la richiesta di tutti i familiari delle vittime – commenta Consuelo Locati, legale del comitato Noi Denunceremo che raccoglie i parenti delle vittime del Covid -. Abbiamo sempre avuto fiducia nel lavoro della magistratura, ora ne abbiamo di più. Chi ha sbagliato, se ha sbagliato deve pagare».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia