Cronaca
l'andamento settimanale

In calo tutti gli indicatori, Lombardia in zona gialla per la quarta settimana di fila

Anche l'indice Rt, dopo due settimane in salita, ha invertito la propria tendenza. A Bergamo calano contagi settimanali e incidenza su 100 mila abitanti

In calo tutti gli indicatori, Lombardia in zona gialla per la quarta settimana di fila
Cronaca 15 Maggio 2021 ore 18:04

Eccezion fatta per la Val d’Aosta, da lunedì 17 maggio tutta l’Italia sarà in fascia gialla. Gli indicatori del contagio nelle diverse regioni sono sotto le soglie di allerta, la pressione sugli ospedali, anche nei reparti intensivi, è in calo, così come inizia a emergere una flessione nel numero di morti. Insomma, il combinato di vaccinazioni a tappeto e mesi di chiusure sta iniziando a dare i suoi frutti. Anche in Lombardia, riconfermata per la quarta settimana consecutiva in zona gialla.

I numeri record della campagna vaccinale

Nella giornata di ieri, venerdì 14 maggio, in provincia di Bergamo secondo i dati forniti dall’Ats si è sfondata la soglia del mezzo milione di vaccinazioni, avendo somministrato 500.228 vaccini tra prime e seconde dosi. «Nel dettaglio – ha detto il direttore generale Massimo Giupponi - risultano somministrate 376.194 prime dosi (il 39% sul totale dei soggetti over 16) e 124.034 seconde dosi (il 13% sul totale dei soggetti over 16)».

Che le inoculazioni procedano a pieno ritmo in Lombardia è confermato anche dai numeri segnati a livello regionale. In media ogni giorni si somministrano circa 85 mila dosi e, dall’inizio della campagna, in Lombardia sono state inoculate 4.587.336 dosi (su un totale di 5.080.230 consegnate).

Nel frattempo il Pirellone ha anche reso nota la road-map tracciata per aprire le prenotazioni anche ai cittadini con meno di 50 anni. Si inizia con i quarantenni dal 20 maggio, per poi passare la settimana successiva ai trentenni (27 maggio) e, infine, dal 2 giugno sarà la volta dei lombardi tra i 16 e i 29 anni. Le vaccinazioni per gli under50 inizieranno verosimilmente il 9 giugno e, a seconda degli arrivi delle forniture, si concluderanno in una forbice temporale compresa tra il 30 agosto e il 10 luglio.

Indice Rt e incidenza in calo

Dopo due settimane consecutive di risalita il tanto temuto indice Rt mostra nuovamente una flessione. In Lombardia questo dato, stando all'ultimo monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità, è pari a 0.86.

A livello provinciale si conferma il calo nel numero complessivo di contagi da Covid accertati in una settimana, in totale 907, così come la discesa della media giornaliera dei casi incidenti, da 143 a 130 positivi, e anche dell’incidenza passata da 87 a 79 positività ogni 100 mila abitanti.

I numeri lombardi

Nonostante anche negli ultimi sette giorni si sia continuato a vedere un calo della pressione esercitata dai malati sugli ospedali, la Lombardia resta tra le regioni in cui il tasso di occupazione di posti letto in terapia intensiva resta sopra la soglia limite del 30 per cento.

Su scala regionale, venerdì 7 maggio i pazienti in terapia intensiva erano 491 e quelli ricoverati nei reparti ordinari 2.968. In una settimana, i malati Covid nei reparti di area critica sono scesi a 390, quindi 101 in meno, mentre quelli ricoverati nei reparti ordinari nel complesso sono 2.159, pari a un calo di 809 pazienti.