Menu
Cerca
il caso

Inchiesta sui migranti, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex direttore Caritas e per il presidente della Ruah

L'accusa a carico resta quella di truffa, finalizzata a ottenere rimborsi pubblici

Inchiesta sui migranti, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex direttore Caritas e per il presidente della Ruah
Cronaca Bergamo, 10 Giugno 2021 ore 10:12

Dopo aver chiesto non più tardi di una decina di giorni fa l’archiviazione per 56 indagati nell’ambito dell’inchiesta sui migranti, la procura di Bergamo ha chiesto il rinvio a giudizio per don Claudio Visconti, ex direttore della Caritas di Bergamo, e per Bruno Goisis, presidente della cooperativa Ruah.

A renderlo noto è Corriere Bergamo. I loro nomi sono rimasti legati al filone di indagini legate alla cooperativa Rinnovamento di Antegnate e alla posizione di padre Antonio Zanotti che, insieme a due collaboratori, ha patteggiato.

Nei loro confronti, così come per altre sei persone rimaste nell’inchiesta, la principale accusa rimasta è quella di truffa aggravata per ottenere rimborsi pubblici.

In sostanza, secondo i pm, grazie al sistema di accoglienza, che prevede l’erogazione di 35 euro al giorno per ogni richiedente asilo ospitato, avrebbero preso soldi che non sarebbero spettati loro Il 19 aprile 2022 è prevista l’udienza preliminare.