Cronaca
Ricoverati al Papa Giovanni

Incidente di Castelli Calepio, mamma e bambino ancora in prognosi riservata

I medici non si sbilanciano sulla situazione dei due pazieni; intanto scoppia la polemica sul semaforo spento da anni e il mancato rispetto dei limiti di velocità

Incidente di Castelli Calepio, mamma e bambino ancora in prognosi riservata
Cronaca Bergamo, 14 Luglio 2022 ore 12:52

Risultano ancora ricoverati all’ospedale Papa Giovanni, in prognosi riservata, la mamma ed il bambino di soli 4 anni investiti nella giornata di martedì 12 luglio a Castelli Calepio.

Il fatto è avvenuto lungo la provinciale 91, mentre attraversavano sulle strisce pedonali: un furgone guidato da un ambulante (risultato poi negativo al test per rilevare l’assunzione di alcol o droghe) li ha travolti, trascinandoli per una quindicina di metri e procurando loro ferite molto gravi, in particolare agli arti e la donna avrebbe riportato anche un preoccupante trauma cerebrale. I medici sono riusciti a stabilizzare i pazienti, ma non hanno voluto fare valutazioni affrettate sull’entità dei danni e le loro conseguenze, anche se la situazione che desta maggiore allarme sarebbe quella della madre.

Intanto, in seguito all’incidente è scoppiata la polemica sulla sicurezza in quel tratto di strada, che collega il comune a Sarnico: vicino alle strisce è presente infatti un semaforo a chiamata, che però è spento ormai da tempo. La decisione è arrivata dopo aver constatato le lunghe code che andava a creare, ma a parere di alcuni cittadini, che hanno criticato l’Amministrazione, se fosse stato attivo avrebbe potuto evitare quanto accaduto, dato che molto spesso gli automobilisti sfrecciano a velocità elevate, ignorando il limite di 50 chilometri orari presente in quella strada.

Accuse rispedite al mittente dal sindaco Giovanni Benini, il quale ha espresso solidarietà alle vittime dell’incidente ma ha al tempo stesso dichiarato che il semaforo rimarrà spento, poiché causava congestionamenti del traffico, inoltre ha ribadito la necessità che si rispettino i limiti di velocità e la segnaletica orizzontale. Il primo cittadino ha reso noto che chiederà alla Provincia di rendere più visibili le strisce e di migliorare l’illuminazione, ribadendo infine la sua richiesta di realizzare la variante alla provinciale 91, in maniera tale da deviare almeno parte dei veicoli fuori dalla zona più frequentata del territorio comunale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter