test sierologici

Indagine Covid in Val Seriana, Ats e sindaci al lavoro su obiettivi, tempi e modi

L'Agenzia e i primi cittadini di Albino, Alzano Lombardo e Nembro e l’Ambito Valle Seriana hanno costituito un gruppo di lavoro per determinare al meglio la fase organizzativa del piano in via di studio con Regione

Indagine Covid in Val Seriana, Ats e sindaci al lavoro su obiettivi, tempi e modi
Val Seriana, 16 Giugno 2020 ore 15:44

Ats, i sindaci di Albino, Alzano Lombardo e Nembro e l’Ambito Valle Seriana hanno costituito un gruppo di lavoro per determinare al meglio obiettivi, tempistiche e modalità organizzative dell’indagine epidemiologica di Regione Lombardia.

Nel primo pomeriggio di martedì 16 giugno è stato diffuso dal sindaco di Albino, Fabio Terzi, il seguente comunicato congiunto con Ats: «Si è svolto venerdì pomeriggio scorso, l’incontro tra la Direzione strategica dell’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo, i Sindaci dei Comuni di Albino, Alzano Lombardo e Nembro, il Presidente dell’Ambito Territoriale e il Presidente dell’Assemblea dei Sindaci del Distretto. Obiettivo: condividere un percorso possibile al fine di approfondire l’indagine epidemiologica di sieroprevalenza nei territori più colpiti dall’epidemia di coronavirus, annunciata mercoledì dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e dal direttore generale di Ats Bergamo Massimo Giupponi».

«Ats Bergamo e sindaci hanno condiviso la scelta di costituire un Gruppo di lavoro al fine di delineare al meglio gli obiettivi dell’indagine, i tempi e le modalità organizzative della stessa, tenendo conto della possibilità di estendere i test sierologici a tutti i 18 Comuni dell’Ambito Valle Seriana. Si ipotizza per la fine della prossima settimana la presentazione di una proposta operativa. I dati raccolti da questo studio saranno utilizzati per aggiornare le raccomandazioni per la sorveglianza, per caratterizzare le principali caratteristiche di trasmissione epidemiologica del virus SARS-CoV-2, per aiutare a comprenderne la diffusione, la gravità e l’impatto sulla comunità e, inoltre, per ipotizzare modelli operativi finalizzati alla costruzione di una rete di osservazione così da intercettare precocemente eventuali nuovi focolai e per l’implementazione di contromisure come isolamento dei casi, tracciabilità dei contatti e quarantena».

Seguiranno aggiornamenti e dettagli appena disponibili.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia