la rilevazione

Indagine epidemiologica a tappeto: Suisio è tra i cinque comuni scelti dall’infettivologo Galli

Lo studio coinvolgerà tutta la popolazione (bambini compresi) su base volontaria. Obiettivo: capire in che modo il virus si è diffuso in Lombardia e individuare la percentuale di persone infettate

Indagine epidemiologica a tappeto: Suisio è tra i cinque comuni scelti dall’infettivologo Galli
Ponte San Pietro e Isola, 13 Maggio 2020 ore 09:59

Suisio è uno dei cinque comuni lombardi che il virologo Massimo Galli, direttore del dipartimento universitario di Malattie infettive dell’ospedale Luigi Sacco di Milano, ha scelto per avviare un’indagine epidemiologica come quella effettuata a Vo’ Euganeo. Le altre realtà scelte per la rilevazione sono Borghetto Lodigiano e Castiglione d’Adda, in provincia di Lodi, e Vanzaghello e Carpiano, paesi a nord e sud di Milano.

L’indagine, simile a quella condotta nel paese veneto di Vo’ Euganeo, potrebbe partire già dalla prossima settimana e coinvolgerà l’intera popolazione su base volontaria, bambini compresi, ai quali verrà proposto di sottoporsi ai test sierologici rapidi (quelli con la gocciolina di sangue dopo essersi punti il dito per intenderci). Il tampone verrà effettuato soltanto in un secondo momento e solo a coloro che risulteranno positivi.

Il professor Massimo Galli

L’obiettivo dello studio è di riuscire a capire con quali modalità l’infezione si sia sviluppata e diffusa in Lombardia, così da individuare anche la percentuale delle persone che sono entrate in contatto con la malattia. A Suisio, da marzo, si sono registrati 25 decessi, di cui 11 accertati Covid, oltre ad avere un massimo di 32 contagiati.

I criteri alla base della scelta dei comuni per la effettuare la rilevazione, come ha spiegato il professor Galli, sono stati: il numero di abitanti compreso fra i tremila e i cinquemila, per avere un campione di popolazione statistica il più possibile omogeneo, la loro dislocazione in aree diverse dal milanese e la loro presenza sul territorio regionale (la Lombardia è stata la zona maggiormente colpita dal morbo) ma non in zone contigue.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia