Il video della partita

La Primavera è campione d’inverno Male sia l’Under 17 che l’Under 16

La Primavera è campione d’inverno Male sia l’Under 17 che l’Under 16
22 Gennaio 2019 ore 17:27
Foto in apertura: Colley della Primavera esulta dopo la rete decisiva all’Empoli (Atalanta.it)

 

Fine settimana da dimenticare per il vivaio atalantino, quello appena trascorso. Nelle cinque gare dell’attività agonistica il bilancio è di una vittoria, due pareggi e due sconfitte. Un bottino piuttosto negativo nel weekend in cui l’ambiente nerazzurro si coccola Dejan Kulusevski, trequartista classe 2000 che ha esordito in Serie A nel match di domenica contro il Frosinone grazie alla straordinaria capacità di gestione dei giovani di Gasperini.

 

 

La prima a scendere in campo è stata proprio la Primavera, impegnata venerdì pomeriggio 18 gennaio a Zingonia nell’ultima giornata del girone di andata. La delicata sfida con l’Empoli è stata un banco di prova interessante per la truppa di Brambilla. Una chance perfetta per tornare al successo dopo lo stop della scorsa settimana di fronte all’Inter allo stadio Breda di Sesto San Giovanni. Quella contro gli azzurri non è stata sicuramente una delle migliori prestazioni stagionali della Dea, ma è bastata per conquistare tre punti preziosi in ottica primo posto. Dopo una prima frazione di gara piuttosto noiosa, con un possesso di palla sterile dei padroni di casa e qualche occasione interessante capitata sui piedi dei toscani, nella ripresa gli ingressi di Gyabuaa, Piccoli e Colley danno nuova linfa all’Atalanta. Nonostante gli orobici continuino ad aumentare la pressione la partita rimane in equilibrio fino al 65′, quando Colpani e Colley scambiano la sfera sulla destra e il centrocampista offensivo gambiano scarica un destro chirurgico da fuori area che batte Saro, infilandosi nell’angolino basso. Da lì in poi, l’Empoli si spinge in avanti per provare a cercare la rete del pareggio, anche se così facendo presta il fianco alle ripartenze fulminee dei nerazzurri. A un quarto d’ora dalla fine, Piccoli si invola verso la porta avversaria superando in velocità un difensore e a tu per tu con Saro non riesce a chiudere i giochi. Strepitoso intervento del numero 1 ospite e risultato in bilico fino agli ultimi istanti. La rete di Colley basta all’Atalanta per tornare alla vittoria e terminare l’andata in vetta a quota 35 punti, a più tre lunghezze sul Torino. Grandissimo traguardo per gli uomini di Brambilla, incoronati Campioni d’Inverno.

 

 

Sabato pomeriggio, invece, la Berretti rallenta la sua corsa in campionato per la prima volta da inizio anno. Il divertente scontro con il Renate finisce in parità con un pirotecnico 3-3. È la formazione di Lorenzi a sbloccare il punteggio con una conclusione di Kobacki che si insacca sotto la traversa. Un blackout dei padroni di casa permette alle Pantere di segnare tre gol e accumulare un significativo vantaggio. I nerazzurri però non si danno per vinti e con altri due sigilli di Kobacki riportano il risultato in equilibrio. L’attaccante polacco sale così al comando della classifica marcatori con undici centri in 14 presenze, superando il suo compagno di squadra Bertini, fermo a dieci.

 

[Kobacki della Berretti in azione contro la Giana (repertorio). Foto Atalanta.it]

 

Domenica da dimenticare per le tre compagini scese in campo nei rispettivi campionati nazionali. L’Under 17 crolla al Centro Bortolotti di Zingonia nel big match del girone B contro l’Inter e sprofonda a otto punti di distanza dai milanesi. Un 2-0 che pesa tantissimo quello incassato dalla formazione di Bosi, in una giornata sfortunata e non certamente positiva per Panada e compagni. Se i classe 2002 atalantini vorranno competere alla pari contro le big dovranno fare molto di più di quanto dimostrato domenica pomeriggio. Brutto tonfo lontano da Bergamo anche per l’U16 che subisce la tripletta del numero 11 cagliaritano Sabino e torna in Lombardia con zero punti. La bella rete segnata da Rosa nel finale non basta per rendere meno amara una sconfitta pesante. Contro il Cagliari, penultima forza del gruppo B, ci si aspettava una prestazione diversa dai ragazzi di Zanchi. Positivo invece il pareggio a reti inviolate conquistato dalle giovani promesse Under 15 sul campo dei coetanei sardi. Un’Atalanta corsara blinda la porta grazie alle parate decisive di Bertini e strappa un punto davanti a una formazione che sta lottando per la vetta della classifica. Risultato che fa morale e rilancia l’U15 nella corsa ai playoff.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia