Il video dell'appello

La richiesta di aiuto di Da Vittorio, che si occuperà della mensa dell’ospedale da campo alla Fiera

Lo chef Chicco Cerea: «Per poter svolgere il servizio abbiamo bisogno di generi alimentari. Frutta, verdura, latticini, pane ogni giorno. Non chiediamo soldi, ma chiediamo l'aiuto di tutti»

Bergamo, 18 Marzo 2020 ore 16:44

Tra pochi giorni, alla Fiera di Bergamo sorgerà l’ospedale da campo dell’Associazione Nazionali Alpini. La comunicazione ufficiale è stata data ieri, 17 marzo, dal numero uno della Protezione civile Borrelli nella quotidiana rassegna stampa per fare il punto sull’emergenza Coronavirus. Sarà un ospedale con, inizialmente, almeno 230 posti letto e dedicato interamente ai pazienti Covid usciti o non ancora in fase critica che necessitano però di ossigeno per poter respirare.

Richiesta di aiuto di generi alimentari

APPELLO A TUTTI I RISTORATORI, TITOLARI DI NEGOZI e AZIENDE DI GENERI ALIMENTARI e AFFINI!Se pensi di poter essere d’aiuto, ti invitiamo a contattare Graziano al numero +39 335 8174540.L’unione fa la forza, condividiamo il più possibile! 💪🏻#Bergamascoancheio

Pubblicato da Visit Bergamo su Mercoledì 18 marzo 2020

Ovviamente, in una struttura importante come questa, non servono soltanto medici, infermieri e personale sanitario specializzato, ma anche persone che operano nelle “retrovie” per fare in modo che il lavoro dei primi sia svolto al meglio. Tra questi servizi aggiuntivi, altrettanto importanti, c’è anche quello della mensa, che si deve occupare di colazioni, pranzi e cene. A occuparsene sarà lo staff di Da Vittorio, lo storico tristellato ristorante bergamasco della famiglia Cerea. La notizia è stata resa nota attraverso un video pubblicato da VisitBergamo nel quale a parlare è proprio lo chef Chicco Cerea. Che però ha anche lanciato un appello a tutti i ristoratori e piccoli e grandi titolari di attività del mondo alimentare:

«Per poter svolgere il servizio abbiamo bisogno di generi alimentari. Frutta, verdura, latticini, pane ogni giorno. Non chiediamo soldi, ma chiediamo l’aiuto di tutti, lombardi e bergamaschi, per poter svolgere questo servizio. Si tratterà di dare da mangiare a colazione, pranzo e cena a circa cinquecento persone. Chiunque fosse interessato e volesse aiutarci, lo prego di mettersi in contatto con Graziano, nostro referente, al numero 3358174540».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia