Seconde case

La Val Seriana teme il possibile arrivo dei villeggianti e chiede aiuto alle forze dell’ordine

Il presidente della Comunità Montana Calegari ha scritto a Polizia, Carabinieri e Finanza per richiedere posti di blocco e controlli lungo la ex statale durante le festività pasquali

La Val Seriana teme il possibile arrivo dei villeggianti e chiede aiuto alle forze dell’ordine
Val Seriana, 08 Aprile 2020 ore 10:57

C’è preoccupazione in Val Seriana. Legittima, sia osservando i dati forniti da Regione Lombardia che pensando all’avvicinarsi delle festività pasquali. Per questo Giampiero Calegari, numero uno della Comunità Montana Valle Seriana, ha scritto alle forze dell’ordine provinciali e locali (Carabinieri, Carabinieri Forestali, Guardia di Finanza e Polizia di Stato) con una richiesta ben specifica: pattugliare e controllare al meglio, nei prossimi giorni, la ex strada statale della Val Seriana.

«Nel ringraziarVi per il lavoro che state svolgendo a servizio del nostro territorio – si legge nella lettera di Calegari -, sono a chiederVi ulteriore supporto. Come sapete la Val Seriana è stata devastata dall’emergenza e non nascondo il timore che, con l’approssimarsi delle festività pasquali e in considerazione delle notizie sulla diminuzione dei contagi e dei decessi, alcuni utenti possano decidere di traferirsi presso le seconde case. Tutti noi conosciamo bene il dramma della Val Seriana e gli sforzi realizzati e ritengo che non possiamo in alcun modo arrenderci ora. Per questo motivo sono con la presente a chiederVi di organizzare, sulla strada di cui all’oggetto, alcuni posti di blocco continuativi al fine di intensificare i controlli. Grato sin d’ora per la collaborazione che, in base alle Vostre disponibilità, Vorrete accordarci, colgo l’occasione per augurarVi Buona Pasqua».

Il tema, come dicevamo, è quantomai attuale. Le buone notizie che sembrano arrivare negli ultimi giorni per quanto riguarda la diffusione dell’epidemia, infatti, rischiano di fare allentare un po’ l’attenzione a tutti noi. Regione Lombardia, il 7 aprile, ha reso noto che negli ultimi giorni gli spostamenti dei cittadini tracciati invece che diminuire o restare stabili sono aumentati del due per cento. Non una buona notizia.

Allo stesso tempo, proprio nei giorni scorsi diversi primi cittadini di Comuni della Val Brembana e, in particolare, della Val Seriana (ma pure quelli dei paesi situati sul lago di Endine) hanno denunciato un preoccupante aumento della presenza di villeggianti nelle seconde case. Per questo il sindaco di Fino del Monte, Giulio Scandella, è arrivato a richiedere un utilizzo massivo di Thor, il sistema di telecamere posizionate lungo tutta la Val Seriana che legge le targhe delle auto. Questo permetterebbe l’individuazione dei villeggianti sul territorio e, soprattutto, darebbe la possibilità di comminare le sanzioni previste. Se ora anche le forze dell’ordine dovessero aumentare la loro presenza, si spera che la minaccia degli spostamenti inutili e pericolosi in un momento come questo possa essere sventata.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia