buone notizie

Fontana porta ottimismo: «Pare terminata la progressione esponenziale dei contagi»

Fontana porta ottimismo: «Pare terminata la progressione esponenziale dei contagi»
16 Marzo 2020 ore 13:31

«Forse possiamo dire che non c’è più quella progressione violenta ed esponenziale che abbiamo registrato nei giorni scorsi, anche se continuano a esserci nuovi contagi. È un dato che ci fa moderatamente piacere, ma è chiaro che più le misure sono restrittive, prima si arriverà ad una conclusione».

L’annuncio è stato dato dal governatore regionale lombardo Attilio Fontana nel corso di un punto stampa allestito all’esterno di Palazzo Lombardia, a Milano. Sono settimane decisive queste, per capire se effettivamente le misure restrittive anti-contagio inizieranno a dare risultati e se i contagi si stabilizzeranno e inizieranno a diminuire. «Dobbiamo rispettare le norme in modo rigoroso – ha proseguito il presidente di Regione -. Sono convinto che se continueremo questo isolamento, senza incontrare altre persone, la situazione si risolverà. Nei prossimi giorni i numeri possono iniziare a darci ragione».

Il governatore ha anche annunciato l’approvazione in Giunta di un provvedimento con cui sono stati stanziati 4 milioni e mezzo di euro a fondo perduto per aiutare le imprese che hanno introdotto il lavoro agile nel periodo dell’emergenza epidemiologica, a partire dal 25 febbraio 2020 per la durata dello stato di emergenza. Le aziende potranno beneficiare di voucher per sostenere due tipologie di interventi: supporto per la creazione di un piano aziendale di smart working; acquisto di strumenti tecnologici. Potranno presentare domanda di contributo i datori di lavoro con unità produttive e operative in Lombardia, con un numero di dipendenti pari ad almeno tre persone, non ancora in possesso di un piano di smart working regolamentato o del relativo accordo aziendale.

Infine, interpellato nel merito, il presidente Fontana ha confermato l’impegno di Regione Lombardia per realizzare il nuovo ospedale da 500 posti letto di terapia intensiva nella Fiera di Milano. «Proprio oggi incontrerò Guido Bertolaso per fare il punto della situazione – ha concluso -. Proseguiamo nel tentativo di realizzare questa nuova struttura: stiamo parlando con diversi fornitori per trovare i respiratori necessari. Nel caso in cui li trovassimo contiamo di riuscire a costruire il nuovo ospedale nel giro di una settimana».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia