reclutati altri medici e infermieri

Da lunedì i primi pazienti. E intanto l’ospedale degli Alpini viene illuminato col tricolore

Fieri di Bergamo per la realizzazione di quello che può essere considerato il monumento al volontariato.

Da lunedì i primi pazienti. E intanto l’ospedale degli Alpini viene illuminato col tricolore
Bergamo, 03 Aprile 2020 ore 06:39

Fieri di Bergamo. In una settimana a Bergamo è stato costruito il monumento del volontariato. Fatto dai volontari per i volontari. Un monumento diverso da tutti gli altri, perché questo è un monumento vivente che salva la vita della gente: si tratta dell’ospedale da campo degli Alpini realizzato nei padiglioni della Fiera di via Lunga. E come ogni monumento italiano, viene illuminato con i colori della bandiera italiana, che accoglierà quanti varcheranno la soglia: gli operatori sanitari, i tecnici e, naturalmente, i più bisognosi, i pazienti colpiti da Coronavirus.

La struttura è attrezzata per ospitare fino a 142 posti-letto divisi fra terapia intensiva e sub-intensiva. Ora per farlo funzionare a pieno regime servono molte risorse tra i sanitari che ancora si stanno vagliando tra gli elenchi di quanti hanno risposto all’appello della Protezione civile. A ieri (2 aprile) sono stati arruolati 14 medici e 45 infermieri, che si aggiungono ai 32 medici e infermieri russi e al gruppo degli esperti infettivologi di Emergency (14 infermieri e 9 medici). Da lunedì le porte si apriranno ai primi 35 pazienti e il capolavoro vedrà il suo inizio operativo.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia