Cronaca
Servirà a qualcosa?

«Misure più efficaci contro il virus dopo il 25 marzo»: così Fontana sulla nuova ordinanza del Governo

Il commento del governatore lombardo dopo l'ultima misura presa da Roma: «Valuto questa ordinanza un provvedimento per accentuare le misure di distanziamento»

«Misure più efficaci contro il virus dopo il 25 marzo»: così Fontana sulla nuova ordinanza del Governo
Cronaca 21 Marzo 2020 ore 11:17

Nella serata di ieri, venerdì 20 marzo, il Ministero della Salute ha emesso un nuovo decreto che, teoricamente, rende ancora più restrittivi i divieti in essere per contrastare il diffondersi del Coronavirus. In particolare, il decreto prevede la chiusura di tutti i parchi e i giardini e tenta di normare ulteriormente i nostri spostamenti, in particolare quelli per sport o per andare alle seconde case. Un'ordinanza che, a molti, appare ancora insufficiente.

Sempre ieri, il governatore lombardo Attilio Fontana era tornato a chiedere al Governo l'attuazione di misure più restrittive. La Lombardia, infatti, continua a essere la regione più colpita dall'epidemia e i numeri, al momento, non accennano un rallentamento. Al di là, però, di un ristretto numero di rappresentanti dell'Esercito per Milano (poco più di un centinaio) e dell'ordinanza citata, da Roma non sono stati presi altri provvedimenti.

Nonostante questo, Fontana non ha commentato in maniera totalmente negativa la situazione: «Valuto questa ordinanza un provvedimento per accentuare le misure di distanziamento e renderle omogenee sull'interno territorio nazionale - ha dichiarato il governatore lombardo -, soprattutto per evitare che il prossimo week end diventi un'occasione di svago. Alla scadenza, il 25 marzo , del Dpcm siamo certi che il Governo assumerà misure davvero efficaci e decisive nella lotta contro il virus. La Lombardia si aspetta questo per uscire dal tunnel».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter