Cronaca
Pinacoteca cittadina

Nessuna proroga, domenica 17 maggio chiude la mostra della Carrara su Peterzano

Nessuna proroga: troppe le incertezze sul futuro dovute alla pandemia. Inoltre, allungare i tempi della mostra sarebbe costato troppo

Nessuna proroga, domenica 17 maggio chiude la mostra della Carrara su Peterzano
Cronaca Bergamo, 04 Maggio 2020 ore 13:31

La mostra "Tiziano e Caravaggio in Peterzano", allestita all’Accademia Carrara, terminerà, come da programma, domenica 17 maggio.

Gli organizzatori hanno sperato fino all’ultimo di poter annunciare una proroga dell’allestimento ma, complice l’incerta evoluzione che l’epidemia avrà nelle prossime settimane, le mancate entrate dovute alla chiusura della mostra e un extra-budget da stanziare in caso di prolungamento hanno impedito alla Fondazione Accademia Carrara margini di movimento. «Vogliamo ringraziare le tante persone, dall’Italia e dal mondo, che in queste settimane ci hanno scritto per sapere di noi, della mostra e dell’Accademia Carrara – evidenziano -. Siamo riconoscenti al nostro pubblico, agli appassionati, a chi ci segue sui social, ai molti studiosi e ai tanti musei internazionali che ci hanno fatto sentire parte di una grande e generosa comunità internazionale».

La mostra, a cura di Simone Facchinetti, Francesco Frangi, Paolo Plebani e Maria Cristina Rodeschini, è stata oggetto di un’ampia documentazione fotografica e video. Il puntuale rilevamento dell’esposizione, insieme al catalogo edito da Skira, costituiranno strumenti fondamentali per far conoscere il progetto espositivo a coloro che non ne hanno potuto godere e per non perdere la memoria di questa aggiornata e approfondita indagine dedicata per la prima volta all’artista e alle sue opere.

«Non possiamo fare altro che salutare la mostra, ringraziando nuovamente il pubblico che, nei pochi giorni di apertura e dalle prenotazioni, è stato davvero straordinario, la critica che ha molto apprezzato un progetto definito da molti “coraggioso", i curatori, il nostro staff e, con particolare gratitudine, gli sponsor e i partner di Fondazione Accademia Carrara», concludono. L’appuntamento in museo, per gli amanti dei capolavori custoditi dalla Carrara, è solo rimandato.