Aveva finito di lavorare

Non ce l'ha fatta l'operaio colto da malore a Branzi: il 52enne è morto al Papa Giovanni

L’uomo è deceduto ieri (10 settembre). Era al lavoro in Valle Scura, in un cantiere allestito a circa 1.400 metri di quota

Non ce l'ha fatta l'operaio colto da malore a Branzi: il 52enne è morto al Papa Giovanni
Cronaca Val Brembana e Imagna, 11 Settembre 2021 ore 10:10

Non ce l’ha fatta l’operaio di 52 anni che giovedì scorso, concluso il turno di lavoro in un cantiere per la messa in sicurezza degli argini di un canale, a Branzi, ha accusato un malore mentre era in attesa dell’elicottero che lo avrebbe riportato a casa. L’uomo è deceduto ieri (venerdì 10 settembre), mentre era ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII.

L’operaio era al lavoro in Valle Scura, in un cantiere allestito a circa 1.400 metri d’altitudine sotto al monte Spondone, luogo in cui si trova un canale a rischio di dissesto idrogeologico che, quando scarica una quantità eccessiva d’acqua, mette a rischio la frazione Gardata.

Il cinquantaduenne era in compagnia degli altri operai quando è stato male, accasciandosi improvvisamente al suolo dopo un arresto cardiaco. A dare l’allarme sono stati proprio i suoi colleghi presenti lì in quel momento.

In quota si è precipitato il personale medico a bordo dell’elisoccorso decollato dalla base di Sondrio. Le condizioni di salute dell’uomo sono sembrate fin da subito critiche, ragion per cui è stato trasferito d’urgenza in codice rosso all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.