La proposta

Guida turistica in tempi di Covid: anche le visite diventano virtuali

Pacchetti di Tosca Rossi pensati per scuole, enti e associazioni

Guida turistica in tempi di Covid: anche le visite diventano virtuali
Cultura Bergamo, 18 Gennaio 2021 ore 00:34

Di Angelo Corna

«Bergamo e provincia è un mondo tutto da scoprire: dalla magia di Città Alta con il suo struggente centro storico e le sue maestose Mura Veneziane, patrimonio dell’Unesco, alla sorpresa di Bergamo Bassa e del suo centro storico Piacentiniano, dai capolavori della pinacoteca dell’Accademia Carrara e dell’Accademia Tadini a Lovere, ai percorsi dedicati al soldato di ventura Bartolomeo Colleoni, dal fascino inquieto di Lorenzo Lotto al genio musicale di Gaetano Donizetti fino al santo papa Giovanni XXIII a Bergamo e Sotto il Monte».

Con queste parole Tosca Rossi, guida turistica di Bergamo e storica dell’arte, ci mostra una piccola panoramica sulle meraviglie della nostra terra. Da oltre vent’anni racconta le bellezze che il nostro territorio ci regala, offrendo visite guidate ed esperienze per scuole e turisti, con progetti e itinerari ad hoc diversificati per ogni tipo di target, ordini e gradi scolastici.

9 foto Sfoglia la gallery

«Sono originaria di Seriate – racconta Tosca -. Storia e arte mi hanno sempre affascinato, fin da bambina: ad avvicinarmi è stata la mia insegnante delle elementari, Delia Innocenti. Ricordo che a otto anni, durante una visita guidata con la scuola in Bergamo Alta, dissi ai miei compagni di classe: “Un giorno farò la guida turistica”. Negli anni a seguire ho sempre coltivato la mia passione. Mi sono diplomata nel ’92 e, dopo diversi viaggi all’estero, nel 1998 ho deciso di partecipare a degli scavi archeologici in Etruria, organizzati dal Gruppo Archeologico Italiano. E’ stato come scoprire un nuovo mondo: ho sempre amato l’archeologia e al mio ritorno a Bergamo non riuscivo a pensare ad altro. Pochi mesi dopo ho dato l’esame di Guida Turistica e successivamente, nel 2000, quello di Accompagnatore Turistico».

Da allora Tosca non si è più fermata. «Per alcuni anni ho accompagnato i turisti all’estero: nel mentre mi sono laureata in Beni Culturali e Storie dell’Arte. Dopo aver pubblicato diversi studi su Bergamo ho pensato di tramutarli in servizi guida: il riscontro è stato positivo e apprezzato, soprattutto dai bergamaschi stessi. Succesivamente nel 2016 è nato il portale “Terre di Bergamo”. La nostra città è uno scrigno di tesori, che va coltivato e riscoperto; il capoluogo irradia la sua luce e la sua forza, mentre il territorio circostante e la provincia ne riflettono le bellezze. Queste ultime sono tantissime e sparse per tutto il nostro territorio, dalla montagna fino alla pianura».

Tantissime le iniziative organizzate negli ultimi anni. Dalle ricorrenze particolari, mostre o eventi celebrati in città, alle visite ai borghi storici di Cornello dei Tasso e Gromo (solo per citarne alcuni), fino alle offerte didattiche dedicate alle scuole con tematiche in ambito geografico, storico e artistico. «La pandemia ha modificato le abitudini di molti, cambiando in un certo modo anche il volto del mio lavoro – continua Tosca -. In queste ultime settimane le classiche visite guidate sono state sostituite con tour virtuali: alla base restano le bellezze, i luoghi e gli artisti della terra bergamasca».

Bergamo ritorna nelle nostre case, questa volta a “portata di click”. Pacchetti pensati per scuole, turisti, enti e associazioni ci porteranno alla scoperta di patrimoni locali e luoghi inaccessibili, dimore e case private, collezioni d’arte e storie secolari.

«Sta per concludersi la serie di incontri “Nelle Terre di Bergamo: un mondo a cielo aperto a casa tua”, mentre inizia nella prima settimana di febbraio il ciclo“I Pittori bergamaschi: dalle origini all’ottocento”. Il percorso è diviso in cinque appuntamenti, volti alla scoperta degli artisti che hanno reso famosa la nostra terra. Altri appuntamenti saranno calendarizzati nelle settimane a seguire. Lo scopo principale è sempre far conoscere, amare e scoprire in maniera sorprendente il ricchissimo patrimonio della città e della provincia di Bergamo».

Per tutte le informazioni aggiornate e per prenotazioni agli eventi streaming è possibile consultare la pagina www.terredibergamo.com.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli