Cultura
Collaborazione

Una biancheria per la casa fatta ad arte: concorso in vista della Capitale Italiana della Cultura

Aperte fino al 20 giugno le iscrizioni per la seconda edizione del concorso “Letto ad Arte” che coinvolge l'Accademia delle Belle Arti di Bergamo Giacomo Carrara e – per l'occasione – anche l'Accademia SantaGiulia di Brescia

Una biancheria per la casa fatta ad arte: concorso in vista della Capitale Italiana della Cultura
Cultura Bergamo, 11 Maggio 2022 ore 15:50

Il 2023, come sappiamo, Bergamo e Brescia saranno Capitale Italiana della Cultura. Un'opportunità sia per la nostra città che per i giovani artisti che vi abitano. Sono infatti aperte le iscrizioni alla seconda edizione del concorso “Letto ad arte”, promossa dal Cotonificio Zambaiti e rivolte alle Accademie di Belle Arti di Bergamo e Brescia (Giacomo Carrara e SantaGiulia). Il bando, infatti, è stato esteso per l'occasione anche ai giovani di Brescia.

Come nella passata edizione, il concorso invita gli artisti a realizzare opere d'arte attraverso tutte le espressioni, dall'arte figurativa a quella multimediale, ma anche dipinti, sculture, installazioni e video che ispireranno le prossime collezioni per la biancheria per la casa realizzate dal Cotonificio. Il tema di quest'anno è “Baci Rubati”: tanto caro ai giovani quanto alla storia dell'arte.

Il bacio, come sottolinea Lara Zambaiti (Direttore Marketing del Cotonificio Zambaiti) è inteso come «istante di intimità profonda, gesto di passione, protezione e romanticismo, ma anche di armonia e preludio a una nuova vita insieme. Quale miglior esempio quindi – prosegue Zambaiti – per Bergamo e Brescia, strette da una triste situazione che le ha accomunate durante la pandemia, ma forti di una intensa motivazione volta ad una rinascita che è crescita».

Le iscrizioni sono gratuite e saranno aperte fino al 20 giugno. I tre vincitori del concorso, valutati da una commissione composta da rappresentanti delle Accademie e dalla direzione creativa del Cotonificio Zambaiti, avranno l'opportunità di avviare uno stage in azienda per la realizzazione della loro opera declinata nelle collezioni e seguirne lo sviluppo per l'inserimento nel mercato. «Il progetto – conclude Lara Zambaiti – è frutto di un'importante collaborazione tra le Accademie e l'imprenditorialità per dare nuove opportunità ai giovani, che si potranno esprimere liberamente e potranno vedere le loro opere in un altro luogo, diverso dalla mostra espositiva, quello dell'azienda».

Per informazioni contattare Roberta del Cotonificio Zambaiti all'indirizzo e-mail: red@cotonificiozambaiti.it. Alla conclusione del progetto nel marzo 2023 si terrà una mostra espositiva di tutti i lavori, con successiva premiazione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter