La classifica di Bankitalia

Bergamasca terra di risparmiatori: in un anno i depositi sono cresciuti del 10,6 per cento

In Lombardia la nostra provincia è seconda solo a Brescia, e adesso si ricomincia anche ad investire

Bergamasca terra di risparmiatori: in un anno i depositi sono cresciuti del 10,6 per cento
Economia 16 Agosto 2021 ore 10:51

Nei momenti di difficoltà, la quasi naturale attitudine del popolo italiano al risparmio si fa sentire ancora di più rispetto ai tempi grassi: Bergamo non fa eccezione, infatti la tendenza a tenere in deposito il proprio denaro ha avuto un incremento, come emerge dal report di Bankitalia per i rilevamenti fatti dal maggio 2020 al maggio 2021.

I cittadini della nostra provincia hanno privilegiato l'incremento dei loro conti correnti, facendo attenzione a investire poco e riducendo i consumi. In questo primo periodo del 2021, nel giro di cinque mesi, i risparmi nella banche sono aumentati del 2,5 per cento, passando da 36,48 miliardi a 37,37 miliardi di euro. Un andamento che è stato caratterizzato sempre dal segno positivo rispetto ad altre province lombarde, come Milano e Brescia (che rimane comunque in cima alla classifica), tra le maggiormente risparmiose, che hanno invece segnato un decremento ad aprile (Brescia, -0,42 per cento) e maggio (Milano, -0,49 per cento).

Viene da chiedersi come si configuri questo comportamento rispetto al resto del Paese: ebbene, secondo il report, la Bergamasca si uniforma a una tendenza di livello nazionale: i risparmi degli italiani dall'aprile dell'anno scorso a quello del 2021 sono aumentati di ben 110 miliardi, quindi di un +6 per cento arrivando a quasi duemila miliardi di euro in totale.

In ogni caso, famiglie e imprese preferiscono sempre avere a disposizione i soldi, che lasciano in banca: a dimostrarlo è il calo dei depositi vincolati, che sono passati da 210,1 miliardi a 200,9 miliardi, con un decremento quindi di 9,2 miliardi (-4,38 per cento). In leggero miglioramento anche gli investimenti: dopo il crollo che c'era stato a Bergamo nel marzo 2020, con una flessione significativa del -13,2 per cento, nello stesso mese di quest'anno sono stati investiti in più 41 miliardi di euro, con una crescita fiduciosa del +15,57 per cento, addirittura superiore a quella registrata in media nella nostra regione, che è stata del +14,61 per cento.