Tre tappe

Il "Tour delle imprese" dell'assessore Guidesi in Bergamasca: visita a tre aziende

L’assessore ha visitato la Map Spa di Osio Sotto, la Saint Gobain di Caravaggio e ha chiuso la giornata alla Stucchi Group di Pagazzano

Pubblicato:
Aggiornato:

Tappa in provincia di Bergamo per il "Tour nelle imprese" promosso dall'assessore regionale allo Sviluppo economico, Guido Guidesi, che nella mattinata di oggi - mercoledì 10 luglio - ha visitato tre aziende bergamasche.

Obiettivo di questi incontri è quello di proseguire sui territori il dialogo col mondo produttivo e illustrare gli strumenti di supporto alle aziende messi a disposizione da Regione Lombardia.

WhatsApp Image 2024-07-10 at 17.08.15
Foto 1 di 5
WhatsApp Image 2024-07-10 at 17.08.14
Foto 2 di 5
WhatsApp Image 2024-07-10 at 17.08.14 (2)
Foto 3 di 5
WhatsApp Image 2024-07-10 at 17.08.14 (1)
Foto 4 di 5
WhatsApp Image 2024-07-10 at 17.08.13
Foto 5 di 5

Nuova giornata di visite: «Un momento utile e importante»

In mattinata, l’assessore ha visitato la Map Spa di Osio Sotto per poi fare tappa alla Saint Gobain di Caravaggio e chiudere la giornata alla Stucchi Group di Pagazzano.

«In provincia di Bergamo - ha affermato l’assessore Guidesi - una nuova giornata di visite ad aziende del settore della plastica, dell’edilizia e dell’idraulico meccanica per un confronto con gli imprenditori e i lavoratori. Un momento utile per presentare le misure di Regione a sostegno delle imprese e degli ecosistemi settoriali. E un momento importante anche per sentire la voce di chi fa grande la Lombardia con il proprio lavoro: ascoltare le loro esigenze, criticità e proposte è fondamentale per attuare politiche sempre più efficaci a supporto del sistema economico-produttivo lombardo».

Queste visite sul territorio, ha aggiunto poi Guidesi, «offrono la possibilità di comprendere la vera forza della Lombardia, che è rappresentata dalla capacità di fare squadra tra imprenditori e lavoratori uniti da obiettivi comuni. Come Regione siamo in campo per aiutare le imprese a innovare e restare competitive nella sfida del mercato globale. In Lombardia, e nella Bergamasca in particolare, c’è un patrimonio straordinario di competenze e professionalità che vogliamo continuare a tutelare con grande determinazione».

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali