Mangiar bene
Ma che bontà!

In Val di Scalve torna la Ottober Crest, la festa (per il palato) dedicata alle Creste Scalvine

Si terrà sabato 2 e domenica 3 ottobre alla Latteria e nei ristoranti della zona. Protagonista la pasta ripiena di recente invenzione

In Val di Scalve torna la Ottober Crest, la festa (per il palato) dedicata alle Creste Scalvine
Mangiar bene 29 Settembre 2021 ore 16:55

Sabato 2 e domenica 3 ottobre saranno una vera festa per il palato. Torna infatti la Ottober Crest di Vilmaggiore, in Val di Scalve, l’appuntamento per gustare le famose Creste Scalvine, pasta ripiena di Formaggella tipica della valle e dedicata alle montagne che la circondano. L’iniziativa, giunta alla terza edizione e organizzata da Pro Loco di Vilminore di Scalve con la collaborazione della Latteria Sociale Montana di Scalve, si svolgerà negli spazi antistanti la Latteria.

Le Creste Scalvine sono uno scrigno di pasta fresca fatta a mano che custodisce un ripieno di fonduta di Formaggella Val di Scalve. Anche se di recente creazione, si rifanno alla tradizione della cucina povera della montagna e sono state insignite del marchio Bergamo Città dei Mille Sapori insieme ai Casoncelli e agli Scarpinocc.

«La forma delle Creste – spiega Lorenzo Bruschi, della Latteria di Vilmaggiore –, oltre a essere piacevole all’occhio, è attentamente studiata. La mezzaluna con chiusura, dentellata e pieghettata, rivolta verso l’alto, vuole richiamare i profili frastagliati delle cime delle montagne che circondano la valle. Dalla Presolana, la “Regina delle Orobie”, al Pizzo Camino, passando per il Pizzo Tornello e il Cimon della Bagozza: l’ispirazione per le Creste Scalvine è nascosta in ogni cima».

La sagra vera e propria si svolge di fronte alla Latteria, ma le Creste saranno anche la base comune dei piatti serviti nei ristoranti che parteciperanno all’iniziativa, dove ogni chef renderà la propria variante unica in base alla propria creatività e utilizzando i condimenti più diversi, con un occhio di riguardo ai prodotti di stagione. La festa dei ravioli scalvini si svolgerà in concomitanza con la Fiera del bestiame e dell’agricoltura scalvina, una celebrazione della tradizione con gare di mungitura, premi per i migliori animali e vendita di prodotti tipici.

Per il pranzo del sabato e della domenica, Ottober Crest offre un menù ricco di gustosi piatti tipici (oltre alle creste, per esempio, spalla con polenta taragna), mentre la cena del sabato sarà una serata a base di musica e birra, pà e strinù e patatine fritte.

L’accesso alla sagra sarà regolamentato dalle norme anti-Covid. Per informazioni, si può chiamare il numero 0346.51605 oppure scrivere all'indirizzo info@valdiscalve.it.