Pensare positivo
Auguri da PrimaBergamo

Che il 2022 sia per tutti un "An de ürtighe" (di ortiche): Buon Anno, gente!

Che il 2022 sia per tutti un "An de ürtighe" (di ortiche): Buon Anno, gente!
Pensare positivo 31 Dicembre 2021 ore 12:18

di Ezio Foresti

Un altro anno è andato e, parafrasando un nostro classico proverbio, Töcc i agn a n‘ ne passa ü, a significare che i cicli della natura sono sempre gli stessi, e che l’unica cosa certa è il trascorrere del tempo. Il che non ci fa particolarmente piacere, se è vero che due modi di dire sull’età recitano: Ön an de piö sö la gòba o, peggio, Ön an de piö söl cül. Invecchiare non è bello per nessuno, anche perché si fa una gran fatica a raggiungere i agn de la resù, quelli in cui dovremmo avere un ragionevole equilibrio, ma poi le giornate cominciano a correre veloci, e ci si ritrova padri e nonni quasi senza accorgersene.

Forse è per questo che alcuni mentono, e si attribuiscono meno anni di quelli certificati dall'anagrafe, praticando il diffuso inganno di Quarcià zó i agn, o Scónd i agn. A loro si può ribattere con l’arguto per gamba, indicando almeno un raddoppio della cifra, o con l’antico ma sempre valido e po’ a’ chi de la balia, suggerendo così di aggiungere almeno un ventennio. D'altronde dire che qualcuno a l’gh’à i so agn è un modo delicato per constatarne l’uscita definitiva dall'infanzia, a volte con l’aggiunta del vezzeggiativo a l’gh’à i sò agnècc. Detto questo, rimane l’aspettativa di sapere come sarà l’an che é, specialmente dopo due anni non bellissimi.

Anche in questo caso ci vengono in aiuto i detti popolari, scaturiti dal nostro passato contadino. Il lapidario an de èrba, an de mèrda ci mette in guardia contro l’ingannevole attrazione del manto verde, che in realtà è indice di copiose precipitazioni, con relativi danni per le coltivazioni. Dello stesso tenore è an de fóns i stàghe de lóns: come sappiamo i funghi amano l’acqua. An de ürtighe, an de spighe introduce invece il concetto dell’equilibrio tra bene e male, perché il fastidioso prurito delle ortiche sarà compensato dall'abbondanza del raccolto. In ogni caso, buon anno a tutti!