il censimento del Fai

“Luoghi del cuore”, c’è tempo fino al 15 dicembre per votare e sostenere Bergamo

Al momento, la nostra città è al nono posto della graduatoria nazionale e seconda nel rating della Lombardia in virtù delle 12.797 preferenze raccolte

“Luoghi del cuore”, c’è tempo fino al 15 dicembre per votare e sostenere Bergamo
Bergamo, 11 Novembre 2020 ore 16:20

I beni tutelati dal Fai – Fondo Ambiente Italiano purtroppo resteranno chiusi almeno fino al 3 dicembre, ma fortunatamente c’è ancora un mese di tempo per esprimere il proprio voto e partecipare alla decima edizione de “I Luoghi del Cuore”, il censimento nazionale delle località a cui siamo più affezionati, promosso dal Fai in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Fino a martedì 15 dicembre sarà possibile votare i propri luoghi più amati e contribuire così a tutelarli, farli conoscere o salvarli da un destino di degrado e abbandono (QUI il link per votare). Insomma, ogni voto rappresenta un gesto semplice e concreto per far bene all’Italia, che contribuisce alla cura e alla valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e ambientale del Belpaese.

Al momento, Bergamo è al nono posto della classifica provvisoria nazionale (seconda in Lombardia), in virtù delle 12.797 preferenze raccolte. La precede, sia nel rating nazionale sia in quello regionale, il castello di Brescia con 13.023 voti. Gli altri luoghi che per ora si trovano tra le prime posizioni della classifica della Lombardia sono la cripta di Sant’Eusebio a Pavia, il borgo di Monteviasco in provincia di Varese e il complesso monumentale paesaggistico Villaggio Morelli a Sondalo.

4 foto Sfoglia la gallery

Tuttavia, i giochi sono ancora apertissimi. L’ultimo mese di apertura dell’iniziativa, infatti, tradizionalmente è quello in cui si registra una maggior mobilitazione e partecipazione da parte dei cittadini, singoli oppure organizzati in comitati. Ad oggi si sono già registrati sul sito www.iluoghidelcuore.it 290 comitati spontanei, che si stanno preparando per il rush finale potenziando la raccolta voti grazie all’attivazione di vere e proprie reti locali. Votare e far votare il più possibile il proprio “luogo del cuore” è utile per tre motivi:

  • dopo l’annuncio dei risultati finali (la classifica definitiva sarà resa nota entro la metà di marzo) a fronte della presentazione di un progetto concreto, verranno assegnati rispettivamente 50 mila, 40 mila e 30 mila euro ai primi tre luoghi classificati e 20 mila euro al bene che si piazzerà al primo posto delle classifiche speciali “Italia sopra i 600 metri” e “Luoghi storici della salute”. Inoltre, al luogo più votato via web sarà destinato un video, storytelling o promozionale, curato dal Fai
  • tutti i proprietari – pubblici o non profit – e i portatori di interesse dei luoghi che al termine del censimento avranno ricevuto almeno 2 mila voti potranno accedere al consueto “bando per la selezione degli interventi” e presentare alla Fondazione una richiesta di restauro, valorizzazione o istruttoria di cui verrà poi valutata l’idoneità a ricevere i fondi resi disponibili da Intesa Sanpaolo nell’ambito del progetto. Il numero di voti è uno degli otto parametri di valutazione e maggiore è la loro quantità più alto è il punteggio in palio
  • in molti casi la visibilità ottenuta dai luoghi più votati può portare alla nascita di collaborazioni virtuose tra istituzioni e stakeholder del territorio e stimolare lo stanziamento di ulteriori contributi

Ad oggi il censimento, realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, ha superato la soglia di 1 milione e 300 mila voti ricevuti e sono stati segnalati oltre 36 mila differenti “Luoghi del Cuore”. Al primo posto della classifica nazionale provvisoria, consultabile sul sito www.iluoghidelcuore.it, si trova per ora la ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza (23.101 voti), seguita dal castello di Sammezzano a Reggello (20.824 voti), in provincia di Firenze, e dalla via delle Collegiate di Modica (20.422 voti), in provincia di Ragusa, che unisce le chiese di San Giorgio, San Pietro e Santa Maria di Betlem. La classifica speciale dedicata all’“Italia sopra i 600 metri”, ovvero alle aree interne montane del Paese, vede in testa sempre la ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza, mentre al vertice di quella dedicata ai “Luoghi storici della salute” di costruzione risalente almeno a 70 anni fa si trovano i Giardini dell’Ospedale militare di Taranto (9.691 voti).

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia