Menu
Cerca
L'iniziativa solidale

Morto in azienda, Spirano lancia una raccolta fondi per la famiglia di Sergio Persico

Il 53enne è deceduto ieri (17 maggio), travolto nel piazzale esterno della ditta De Berg. Lascia una moglie e due figlie di 7 e 14 anni

Morto in azienda, Spirano lancia una raccolta fondi per la famiglia di Sergio Persico
Pensare positivo Bergamo, 18 Maggio 2021 ore 17:05

di Federico Rota

La tragica morte sul lavoro di Sergio Persico, 53 anni, investito ieri (lunedì 17 maggio) nel piazzale esterno alla ditta De Berg da un tir in retromarcia impegnato nella movimentazione delle merci ha profondamente scosso tre comunità. Quella di Orio al Serio, paese in cui risiedeva con moglie e figlie (7 e 14 anni) dal 2001, quella di Grassobbio, suo paese d’origine, e quella di Spirano, luogo in cui si è verificato l’incidente mortale.

E proprio il Comune di Spirano ha deciso di lanciare oggi, martedì 18 maggio, una raccolta fondi per sostenere la moglie Samanta Defendi e le due bimbe. «Desideriamo manifestare la nostra vicinanza alla famiglia in questo difficile momento non soltanto moralmente, ma anche economicamente - ha sottolineato il sindaco Yuri Grasselli, che ha raggiunto l’azienda per verificare l’accaduto -. Davanti a tutto questo grande dolore non potevamo rimanere indifferenti».

Sergio Persico, 53 anni, lavorava da anni come mulettista per l’azienda della Bassa Bergamasca che produce polistirene e pannelli di polistirolo espanso, utilizzati soprattutto come isolante nell’edilizia. Secondo una prima ricostruzione pare che il camion si sia mosso in retromarcia e abbia travolto l’operaio. Nonostante i ripetuti tentativi di rianimarlo, per i soccorritori non è stato possibile far altro che constatarne il decesso.

«È stato un fulmine a ciel sereno – ha commentato il sindaco di Orio al Serio Alessandro Colletta -. Siamo tutti sconvolti e voglio esprimere le mie più sincere condoglianze alla moglie e a tutti i familiari di Sergio. Lo conoscevo personalmente. Vista la sua grande passione per l’Atalanta in più di un’occasione, prima della pandemia, mi è capitato di incontrarlo al parco, di parlare di sport e di vedere con lui le partite proiettate sullo schermo che allestivamo. Credo di parlare a nome di tutti gli oriesi dicendo che la comunità si mobiliterà per sostenere la famiglia di Sergio, aderendo convintamente a questa raccolta fondi».

Chiunque può contribuire all’iniziativa solidale. Per effettuare una donazione è sufficiente effettuare un bonifico sul conto corrente “Raccolta fondi Sergio Persico”, all’IBAN: IT70D0894053560000010043392.

Maggiori approfondimenti sul numero di PrimaBergamo in edicola da venerdì 21 maggio