la 66 esima edizione

Presentata la Guida Michelin 2021: la Bergamasca conferma 9 ristoranti stellati

Confermate le tre stelle al ristorante Da Vittorio, a Brusaporto. Una stella a: Frosio, Il Saraceno, Casual, Impronte, Umberto De Martino (Florian Maison), LoRo, San Martino e Osteria della Brughiera

Presentata la Guida Michelin 2021: la Bergamasca conferma 9 ristoranti stellati
Pensare positivo 25 Novembre 2020 ore 17:42

La Bergamasca si conferma terra di ristoranti stellati. Oggi, mercoledì 25 novembre, è stata infatti presentata l’edizione della “Guida Michelin 2021”, che annovera 59 ristoranti stellati lombardi e, di questi, ben nove parlano bergamasco. Si tratta, in particolare, del tristellato Da Vittorio a Brusaporto, e il Frosio ad Almè, Il Saraceno a Cavernago, Casual e Impronte a Bergamo, Umberto De Martino (Florian Maison) a San Paolo d’Argon, LoRo a Trescore Balneario, San Martino a Treviglio e Osteria della Brughiera a Villa d’Almè che confermano, invece, una stella Michelin.

«Bergamo si conferma una terra votata all’enogastronomia – ha sottolineato a margine della presentazione Lara Magoni, bergamasca e assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e moda -. I ristoranti stellati della nostra provincia continuano a farsi onore in tutta Italia e sarà proprio la qualità, unita alla passione e alla maestria dei nostri chef, il volano per la ripartenza e la valorizzazione delle eccellenze dei territori».

Un riconoscimento ancor più prestigioso e significativo, se si considera che l’edizione numero 66 della “Rossa” cade nell’anno più nero della ristorazione italiana, segnato dal lockdown primaverile, dalla riapertura estive a dalla seconda serrata autunnale. Un clima di incertezza a causa del quale anche i ristoranti stellati hanno cercato di reinventarsi affidandosi a servizi di asporto e di take away.

«La Lombardia ancora una volta è la regione più stellata d’Italia – aggiunge Lara Magoni -. Un risultato eccezionale, frutto del duro lavoro di donne e uomini che fanno della ricerca, del culto delle tradizioni e dei prodotti di alta qualità la loro stella polare in ambito professionale. Sono particolarmente orgogliosa dei 9 ristoranti stellati della provincia di Bergamo, segno evidente dell’alto livello della proposta culinaria di un territorio ricco e generoso, capace di offrire gusti e sapori inconfondibili. Voglio ringraziare personalmente tutti gli chef e i ristoratori lombardi che in un momento di particolare difficoltà, insieme al loro personale e alle loro famiglie, continuano a tenere alta la bandiera della qualità della Lombardia: saranno gli alfieri della rinascita della nostra terra».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità