Pensare positivo
Un'anticipazione

Sport, street art, circo e teli aerei alla Cittadella dello Sport per presentare "Hub4kids"

L'avvio del progetto, dedicato ai più giovani, nel programma “Capacityes” ha fatto divertire 500 bambini. Prossimo appuntamento all'ex Cascina Serassi

Sport, street art, circo e teli aerei alla Cittadella dello Sport per presentare "Hub4kids"
Pensare positivo Bergamo, 29 Giugno 2022 ore 18:25

Oggi, mercoledì 29 giugno, passando per via Gleno, era impossibile non notare l’orda di cappellini, pantaloncini e magliette fluorescenti che fin dalla prima mattina hanno iniziato a popolare di colori e schiamazzi la Cittadella dello Sport per vivere un’esperienza tra il divertimento e la condivisione.

Oltre cinquecento ragazzi dei Cre di Borgo Palazzo, Sant’Anna e Celadina hanno letteralmente preso d’assalto i grandi spazi della Cittadella e per tutta la giornata, fino al tardo pomeriggio, sono stati impegnati in giochi, intrattenimenti musicali, laboratori creativi sulle tracce di Ulisse (già protagonista dei bellissimi murales realizzati lo scorso anno dallo street artist Luogo Comune) e “sport non convenzionali”, cimentandosi nel bubble soccer, nei teli aerei e nella scuola di circo. Sono tutte esperienze che hanno sperimentato oggi negli spazi di via Gleno, ma che potranno poi ritrovare nei nuovissimi spazi dell’"Hub4kids", all’ex Cascina Serassi.

4 foto Sfoglia la gallery

Questa struttura, attualmente in fase di ultimazione, è, accanto al co-housing di Borgo Palazzo, uno dei progetti pilastro di “Capacityes, una città in testa”, iniziativa finanziata dal programma europeo Urban Innovative Action con cui la città sperimenterà nuovi modi per affrontare temi come la povertà urbana, il diritto alla casa, le opportunità educative e di crescita per i bambini. Da oltre due anni, otto partner (Cooperativa Sociale Ruah, la Cooperativa Sociale Patronato San Vincenzo, l’Associazione di formazione Professionale Patronato San Vincenzo, Purelab, Generazioni Fa, Csi Bergamo, Ismu-Fondazione iniziative e studi sulla multietnicità, insieme al Comune di Bergamo) stanno portando avanti numerose attività e iniziative perché questo progetto diventi parte di un processo di crescita collettiva. Una scommessa, dopo due anni di pandemia che hanno messo davvero a dura prova attività aggregative di questo tipo e che, nonostante tutto, non sono mai state interrotte grazie alla perseveranza dei partner e alla volontà di tenere vivo il rapporto con la comunità.

Loredana Poli, assessore all’Istruzione, sport e tempo libero del Comune di Bergamo, ha fatto visita ai bambini e ai ragazzi e, prendendo parola dal palco, ha sottolineato: «Sono felice di annunciarvi che abbiamo inserito tutti i laboratori che trovate qui oggi nel nostro patto educativo per il territorio per supportare i Cre grazie anche ai nostri educatori. Tutto questo lavoro serve a preparare l’apertura dello spazio in via Serassi che sarà pronto fra qualche mese e che accoglierà una serie di offerte ludico educative per tutti i bambini e i ragazzi dagli zero ai sedici anni».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter