Un sogno diventato realtà

Lavorava alla Mediaworld di Curno Ora ha una Bottega di carta sua

Lavorava alla Mediaworld di Curno Ora ha una Bottega di carta sua
Personaggi 08 Giugno 2018 ore 08:00

Cambiare vita ad alcuni può sembrare un azzardo, sicuramente ci vuole tanto coraggio. Lo ha avuto Laura Ciocca, originaria di Osio Sotto, che dopo anni da impiegata ha deciso di aprire una propria attività e dallo scorso aprile ha preso in gestione la cartoleria di Osio Sopra che si trova in via Papa Giovanni XXIII.

Come mai questo cambiamento?
«Per quindici anni ho lavorato come impiegata per Mediamarket Spa, a cui fanno riferimento i negozi MediaWorld e Saturn. La sede di Curno presso la quale ero impiegata purtroppo quest’anno verrà chiusa. Gli uffici saranno spostati a Verano Brianza, mi hanno proposto il trasferimento, ma con due bimbi piccoli non me la sono sentita di accettare. Ho preferito invece intraprendere una nuova avventura. In soli venti giorni ho deciso di stravolgere la mia vita. Penso comunque di essere fortunata perché l’attività nella quale ho investito fortunatamente è già ben avviata».

C’è ancora la vecchia insegna, come mai?
«Per questioni burocratiche, vanno richiesti i permessi alla provincia. In questi giorni in effetti sono un po’ in balia della burocrazia. Il nome comunque lo abbiamo già scelto, il negozio si chiamerà “La Bottega di carta”, anche la grafica è definita e la nuova insegna speriamo di esporla entro un mesetto».

 

 

Perché ha scelto una cartoleria?
«Avere una cartoleria è sempre stato un po’ un mio sogno. In più sia io che mio marito, Dario Zanoli, abbiamo una passione per l’handmade. Facciamo quadri con materiale di riciclo. Ci sembrava che questa tipologia di attività commerciale più di altre potesse essere utile anche per poter abbinare al nostro hobby un’attività più concreta».

Mentre ci mostra uno dei suoi lavori, ci spiega come li realizza.
«A seconda del risultato che ho in mente di ottenere scelgo i colori dei cartoncini che utilizzerò e imposto l’immagine che voglio realizzare tramite un software specifico, quindi utilizzo una stampante particolare che ritaglia i cartoncini che poi devono essere rifiniti manualmente e incorniciati. Mio marito effettua manualmente dei quadri a partire da materiali di riciclo, come per esempio nastri di musicassette o bobine vintage. Sono tutti fatti a mano, si tratta quindi di composizioni uniche, artigianali e personalizzabili».

 

 

Sono apprezzati?
«Devo dire che tramite Amazon e la pagina Facebook “Artzano” ne abbiamo venduti un buon numero. A breve i nostri handmade saranno in vendita anche sul sito della cartoleria e sulla pagina Facebook La Bottega di carta, che ora sono in fase di allestimento. Al momento nella vetrina della cartoleria abbiamo esposto alcuni dei nostri lavori».

Che novità volete proporre ai vostri clienti?
«Ci piacerebbe dare spazio oltre che ai nostri lavori all’handmade locale in generale e quindi esporre manufatti creati anche da altre persone che risiedano in questa zona e che come noi abbiano la passione per la creatività e la realizzazione di prodotti fatti a mano, di vario genere e utilizzando materiali differenti».

Se siete appassionati di handmade o anche solo curiosi di saperne di più, avete trovato il negozio che fa al caso vostro.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli