Persone
Orgoglio bergamasco

"Standout Woman Award" premia la pallavolista Ilaria Galbusera e il dottor Fabrizio Fabretti

Il riconoscimento va alla capitana della Nazionale di pallavolo sorde di Sorisole e al direttore del reparto Anestesia e Rianimazione 3 del Papa Giovanni

"Standout Woman Award" premia la pallavolista Ilaria Galbusera e il dottor Fabrizio Fabretti
Persone Bergamo, 05 Dicembre 2022 ore 18:01

Domani, 6 dicembre, nell’aula gruppi parlamentari di Montecitorio, la capitana della Nazionale di pallavolo sorde, la bergamasca Ilaria Galbusera, e il dottor Fabrizio Fabretti, direttore dell’Unità operativa Anestesia e Rianimazione 3 dell’ospedale di Bergamo, riceveranno il premio internazionale “Standout Woman Award”.

La prima edizione del premio ha avuto luogo nel 2015 all’Expo da un’idea dell’americano Beau Toskich, con l’intento di premiare donne che nella loro ordinarietà compiono azioni straordinarie: col tempo, parte dei riconoscimenti si è allargato anche a figure maschili con particolari meriti, così come alle aziende che sviluppano progetti innovativi e di welfare, oltre a un premio alla memoria e un riconoscimento speciale con menzione.

Ilaria Galbusera abbraccia i suoi genitori

Le organizzatrici sono Anna Maria Gandolfi e Loretta Tabarini di "Promazioni 360" di Darfo Boario Terme Donne Cultura e territorio. La settima edizione è stata sostenuta da numerosi enti pubblici, tra cui l’Alto patrocinio del Parlamento europeo, Unioncamere nazionale, l’Ufficio della Consigliera di parità nazionale e associazioni femminili. I settori considerati sono stati arte, cultura, spettacolo, professioni, imprenditoria, ricerca, coraggio.

Il premio andrà, tra gli altri, proprio alla pallavolista Galbusera, originaria di Sorisole, capitana delle azzurre e palleggiatrice, argento alle olimpiadi di categoria nel 2017 e campionessa continentale, insieme alle compagne di squadra, agli Europei del 2019. Oltre a lei, lo riceverà il dottor Fabretti, direttore del reparto Anestesia e Rianimazione 3 del Papa Giovanni XXIII, distintosi anche lui per l’impegno nel curare i malati di coronavirus.

Il dottor Fabrizio Fabretti

Riceveranno il riconoscimento anche la Fondazione della comunità bresciana e il giornale di Brescia, uniti nell’iniziativa #aiutiAMOBrescia per sostenere le strutture sanitarie durante la prima ondata di Covid, i genitori di Nadia Toffa a nome della giornalista recentemente scomparsa, il dottor Cristiano Perani degli Spedali Civili di Brescia, il regista Michele Aiello e il produttore Luca Gennari, i quali hanno lavorato al documentario Io resto prodotto dalla ZaLab Film sulla pandemia con scene girate all’interno della struttura sanitaria. Per le aziende saranno premiate Mediafriends Onlus, L’Oréal Paris per i progetti sociali da loro sviluppati e Diellemme Srl, di Simonetta De Luca Musella Salerno, per il sostegno all’empowerment femminile.

Seguici sui nostri canali