Politica
La polemica

L'accusa di Paolo Franco all'Asst Bergamo Est: alle inaugurazioni invitati solo i leghisti

Concordano anche i consiglieri regionali bergamaschi di opposizione Scandella (Pd), Carretta (Azione) e Violi (M5S)

L'accusa di Paolo Franco all'Asst Bergamo Est: alle inaugurazioni invitati solo i leghisti
Politica Seriate, 16 Aprile 2022 ore 11:58

In occasione delle inaugurazioni l’Asst Bergamo Est si ricorderebbe d’invitare alle cerimonie pubbliche soltanto i politici della Lega. Degli altri, sia dell’area di centrodestra sia del centrosinistra, se ne dimenticherebbe.

Il primo a sollevare il proprio malessere, come riferito da Corriere Bergamo, è stato il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Paolo Franco, che in una lettera inviata all’assessore regionale al Welfare Letizia Moratti, al presidente del consiglio regionale e agli altri colleghi bergamaschi avrebbe sottolineato di aver perso la pazienza dopo aver «sopportato tre anni». Il casus belli? Il mancato invito al taglio del nastro del nuovo pronto soccorso dell’ospedale di Seriate, inaugurato venerdì 8 aprile.

Nella missiva Franco avrebbe parlato di «comportamento istituzionalmente non rispettoso», lesivo «dell’onorabilità dell’istituzione», evidenziando che nonostante non riceva inviti soltanto da Seriate (arriverebbero invece dal Papa Giovanni e da Treviglio) e si senta dare giustificazioni assurde, conosce quel che accade sul territorio. «È vero che ho denunciato dubbi sulla gestione della pandemia, ma è un atteggiamento che coinvolge tutti i non leghisti», ha ribadito Paolo Franco.

Il direttore generale dell’Asst Bergamo Est Francesco Locati non ha replicato al j'accuse lanciato dal consigliere di Fratelli d’Italia, ma altri colleghi bergamaschi avrebbero confermato quanto sostenuto da Paolo Franco. Nella stessa situazione, che come spartiacque avrebbe lo scoppio dell’emergenza Covid, si sarebbero trovati anche Jacopo Scandella (PD), Niccolò Carretta (Azione) e Dario Violi (Movimento 5 Stelle) che ha dichiarato: «ospedali, strutture o Comuni sono diventati filiali del partito di riferimento».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter