Scuola
Tante iniziative

Con la scuola tornano le iniziative della Fondazione Teatro Donizetti per gli studenti

Accanto agli incontri con artisti, prove aperte e spettacoli, due progetti innovativi: “Opera WOW” e “Pulire il futuro”

Con la scuola tornano le iniziative della Fondazione Teatro Donizetti per gli studenti
Scuola Bergamo, 22 Settembre 2021 ore 18:06

Insieme alla riapertura delle scuole e al ritorno del teatro, ritornano anche le attività ideate per le scuole dalla Fondazione Teatro Donizetti, presentate oggi (mercoledì 22 settembre) in conferenza stampa.

Il programma, parallelo alla programmazione artistica, ribadisce la voglia di ripresa e di vitalità che sta caratterizzando la città di Bergamo: la proposta, dedicata agli insegnanti e al pubblico di tutte le fasce scolastiche, nasce per non lasciare soli i docenti e gli studenti che negli anni passati hanno seguito numerosissimi le attività, legate sia alla figura di Gaetano Donizetti che alla programmazione della stagione di prosa e "Altri Percorsi", che propone da sempre occasioni di riflessione e approfondimento legate all’attualità e alla formazione.

Fabrizio Gifuni (foto Musacchio, Ianniello & Pasqualini)

Nello specifico, saranno due i nuovi percorsi articolati e legati all’attualità: "Opera WOW" e "Pulire il futuro: la democrazia, il potere, la giustizia", sui quali si vuole porre l’attenzione per il loro carattere innovativo, per le tematiche e il metodo scelto.

In "Opera Wow" gli adolescenti, che in quest'ultimo anno e mezzo hanno vissuto momenti difficili, attraverso un percorso nel repertorio donizettiano vedranno proposta una rilettura del loro vissuto. Il progetto si articola in differenti appuntamenti durante l’anno scolastico: gli incontri con il direttore Francesco Micheli e la psicologa Francesca Corna, la partecipazione alle anteprime riservate agli studenti delle opere del Donizetti Opera 2021 e ai laboratori finali, da cui nascerà una nuova creazione musicale a cura della Fondazione e di altri enti, che sarà condivisa coi ragazzi e la città. Il percorso si aprirà il 28 settembre, alle ore 11, al Teatro Donizetti con lo spettacolo Lucia Off di Francesco Micheli, ci sarà poi il capolavoro donizettiano Lucia di Lammermoor insieme a uno dei titoli del festival 2021, cioè Medea in Corinto di Giovanni Simone Mayr.

Il progetto "Pulire il futuro" ruota invece intorno a tre spettacoli: Nel tempo che ci resta di César Brie, sulle figure di Falcone, Borsellino e Buscetta, Una notte sbagliata di Marco Baliani e Con il vostro irridente silenzio di Fabrizio Gifuni, il quale continua la sua antibiografia di una nazione confrontandosi con il memoriale e le lettere scritti da Aldo Moro durante la prigionia.

Progetto Young

Come ogni anno, il Festival Donizetti Opera dedicherà inoltre alle scuole un’ampia serie proposte, attraverso spettacoli e laboratori dedicati a Gaetano Donizetti. Il Cantiere del Teatro presenta invece una variegata attività formativa, che parte dagli incontri di accompagnamento alla visione dei classici presenti in cartellone.

Due sono infine i progetti speciali: un laboratorio di avvicinamento pratico al linguaggio teatrale, condotto da Albino Bignamini, attore e regista di Pandemonium Teatro, che coinvolgerà un gruppo di studenti dell’Istituto Pesenti, e “Innumerevoli”, laboratorio creativo rivolto a ragazzi con diverse abilità cognitive e relazionali, realizzato in collaborazione con il Laboratorio Tantemani – Patronato San Vincenzo di Bergamo. Si rinnovano anche i laboratori per tecnico di palcoscenico e Progetto Young, corso per attori e drammaturghi coordinato da Fabio Comana della Compagnia Erbamil, con la presenza di Laura Curino, autrice e attrice torinese.