Volley femminile A1

Altro tassello per la rosa della Zanetti Bergamo: ritorna rossoblù Francesca Marcon

L’affascinante schiacciatrice veneta vestirà nuovamente la maglia rossoblù dopo tre anni: dopo giorni di trattative (da noi già annunciate), ecco l'annuncio

Altro tassello per la rosa della Zanetti Bergamo: ritorna rossoblù Francesca Marcon
Bergamo, 06 Luglio 2020 ore 11:04

di Giordano Signorelli

Giorno dopo giorno va completandosi il roster che avrà a disposizione Daniele Turino. La Zanetti Bergamo ha infatti annunciato oggi (6 luglio), senza troppe sorprese (avevamo già dato notizie delle trattative in corso diversi giorni fa), il ritorno di Francesca Marcon, affascinante schiacciatrice veneta che aveva già indossato la casacca bergamasca nella stagione 2017-2018.

Reduce da una difficile annata iniziata a Caserta, poi passata per un breve periodo a Cuneo e infine conclusa al Giorgione in B1, Marcon adesso ha voglia di rialzarsi. Un po’ come Bergamo e la Zanetti. «Lo sport insegna che ci si rialza – spiega l’atleta classe 1983 –. Si può rinascere e lo faremo insieme».

L’esperta pallavolista torna quindi a Bergamo: «L’anno scorso non è stato facile perché restare a guardare non fa per me, ma ho sempre cercato di lavorare e vivere questo sport anche nei momenti più bui. Gli ultimi mesi ho giocato in B a Giorgione, vicino a casa, e ho rivisto la luce. Ora sono felice di tornare a cavalcare il palcoscenico della Serie A in una realtà come quella di Bergamo che è sempre il top per una giocatrice. Potrò dare la mia esperienza e mi metto a disposizione dell’allenatore: sarà poi lui a decidere come utilizzare le mie capacità, ma in seconda linea posso certamente sfruttare le mie caratteristiche (nelle scorse settimane si è parlato anche di un possibile passaggio da schiacciatrice a libero, ndr). Sarà un anno difficile perché nessuno sa come andrà ed è ancora tutto talmente strano e nuovo che nessuno è in grado di sapere».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia