Sport
Trofeo del Centenario

Le foto della grande festa del minibasket bergamasco: finalmente si è tornati a giocare!

A Gorle, Sotto il Monte, Caravaggio e Martinengo diverse formazioni del territorio hanno organizzato partite e sfide divertenti

Le foto della grande festa del minibasket bergamasco: finalmente si è tornati a giocare!
Sport Grassobbio e Gorle, 21 Settembre 2021 ore 10:10

di Onofrio Zirafi

Il week-end appena trascorso ha visto la ripartenza in grande stile del minibasket bergamasco, in campo sabato 18 e domenica 19 settembre in diverse località della nostra provincia in occasione del cosiddetto “Trofeo del Centenario”, un pool di tornei organizzati per celebrare i cento anni di fondazione della Federazione Italiana Pallacanestro.

L’occasione è stata propizia per rivedere finalmente all’opera, dopo il blocco delle attività imposto dalla pandemia, i mini-atleti della categoria Aquilotti (annate 2011, 2012 e 2013): un vivido segnale di speranza e di voglia di ripartire che tutto il movimento cestistico provinciale ha saputo trasmettere.

15 foto Sfoglia la gallery

In provincia di Bergamo, gli eventi si sono svolti presso il Centro Sportivo di Gorle in via Roma (coinvolgendo le rappresentative di Virtus Pall. Gorle, Azzanese Basket Stezzano, Basket Pedrengo e La Torre/Ranica); in quel di Caravaggio, presso il campo di via Einaudi (con Basket86 Caravaggio, SBT Scuola Basket Treviglio, Visconti Basket Brignano e Nuova Pall. dell'Adda); a Martinengo nel campo polivalente di via Gramsci (con Pall. Martinengo STM, Seriana Basket, Pall. Palosco e Basket Osio Sotto) e infine a Sotto il Monte Giovanni XXIII, nel Centro Sportivo di via Aldo Moro (con la partecipazione di Ambivere Mapello Basket, Red Rooster Presezzo, Almenno Basket, Basket Brembate Sopra e Polisportiva Caluschese Basket).

Questo il commento in merito di Gianfranco Andreol, neoeletto delegato minibasket della Fip Bergamo: «È stato davvero bello vedere tanti bambini tornare a giocare: l’augurio di tutti noi è quello di rivivere finalmente una stagione sportiva il più possibile “normale”, senza interruzioni dettate dall’emergenza sanitaria. A nome della Federazione, ringrazio tutti gli organizzatori, le società per l’accorata partecipazione e soprattutto i mini-atleti che ho visto davvero entusiasti. Avanti così!».