La grande sfida

Simone Moro ci riprova: 90 giorni di preparazione, poi la scalata invernale al Manaslu

Lo scorso febbraio ci aveva rinunciato, a causa delle condizioni metereologiche avverse trovate sul massiccio del Nepal

Simone Moro ci riprova: 90 giorni di preparazione, poi la scalata invernale al Manaslu
Sport Bergamo, 03 Settembre 2021 ore 11:52

Lo scorso febbraio ci aveva rinunciato, a causa delle condizioni metereologiche avverse trovate sul massiccio del Nepal. Ma Simone Moro non ha rinunciato completamente all’idea di scalare in inverno il Manaslu, l'ottava cima al mondo.

A rivelare la notizia è stato Alex Txikon, compagno dell’alpinista bergamasco nell’ultima spedizione, che in un’intervista rilasciata alla rivista spagnola Oxigeno ha detto di voler tornare sul monte nepalese insieme a Moro e a Iñaki Alvarez per provare a conquistare anche quest’ultimo traguardo.

Anche Moro ha parlato della prossima spedizione, affidandosi però ai social. «Correre tra i vigneti è un modo per capire la paziente arte di chi produce vino e si prepara ora alla vendemmia – ha scritto su Facebook -. Per me invece da oggi scattano i 90 giorni di preparazione per la mia prossima spedizione invernale al Manaslu».

Lo scorso inverno la spedizione di cui faceva parte Simone Moro (che contava in tutto sette alpinisti) erano stata prima rallentata dalla quarantena, poi da un crepaccio che li aveva costretti a trovare una nuova linea di salita e, infine, dal maltempo. Moro aveva annunciato il suo “arrivederci” al Manaslu via Facebook, spiegando di aver fatto «prevalere la testa al cuore» davanti ai limiti posti dalla montagna. Per l’alpinista bergamasco la prossima sarà la quarta spedizione sul Manaslu, dopo quelle tentate nel 2015 e 2019, sospese sempre per le stesse motivazioni.