Escursioni
L'escursione consigliata

Sulle due vette del monte Cereto, perfetto per riscoprire le bellezze dell'autunno

Si tratta della prima montagna della Val Seriana: formato da due cime distinte, domina sugli abitati di Nembro e Albino

Sulle due vette del monte Cereto, perfetto per riscoprire le bellezze dell'autunno
Escursioni Val Seriana, 03 Novembre 2021 ore 11:20

di Angelo Corna

Le Orobie ci insegnano che non servono alte montagne per assaporare stupendi panorami. Spesso con pochi sforzi possiamo conquistare vette altrettanto interessanti, che nascondono bellezze e racconti dimenticati.

Il monte Cereto è la prima montagna della Val Seriana: formato da due cime distinte, domina sugli abitati di Nembro e Albino. Sui versanti rivolti a sud si trova un terreno calcareo e arido, con scarsa vegetazione, mentre più a valle vi sono aree destinate a coltivazioni, coperte da distese erbose. Nei pressi del torrente Guarnasco la zona è più umida e fresca, ricoperta da un bosco ceduo con piante ad alto fusto, nel cui sottobosco sono diffusi rovi, ginepri, noccioli, il sambuco, il biancospino e il ligustro. Queste particolarità rendono la vetta del monte Cereto il luogo perfetto per riscoprire le bellezze d’autunno.

7 foto Sfoglia la gallery

La via più veloce per raggiungere questa facile montagna trova partenza dal paese di Albino. Il sentiero, marchiato dal segnavia Cai 515, si imbocca a monte dello storico Convento dei Cappuccini. La prima parte si snoda con regolarità tra i faggi e le betulle soprastanti via Piazzo, regalando i profumi del sottobosco e i tipici colori autunnali. Si risale inizialmente con pendenza costante lungo il fianco della montagna, costeggiando dei vecchi muri a secco; passo dopo passo la pendenza aumenta, fino a portarci al limitare del bosco. Raggiungiamo la vetta dopo circa un’ora di cammino: a metri 936 troviamo una bella croce in metallo e uno splendido panorama che si apre sulla valle e i sottostanti paesi.

Recuperate le energie, possiamo riprendere lungo la larga cresta, che in circa dieci minuti ci porterà alla vicina cima occidentale, alta 943 metri e quindi, di diritto, vera vetta del monte Cereto. Il nostro sentiero piega ora a sinistra, in direzione dei capanni di caccia e dei cascinali sottostanti, continuando sempre in ripida discesa fino a raggiungere dei gradini ricavati nella dorsale erbosa della montagna…

L’articolo completo, con i percorsi e le bellezze della zona, lo potete leggere sul PrimaBergamo in edicola da venerdì 5 novembre