violoncello protagonista

Al via la rassegna "Concerti in Villa a Seriate": primo appuntamento venerdì 28 giugno

Il festival comprende quattro serate all'interno di altrettante dimore storiche della città. Si inizia in Villa Ambiveri

Al via la rassegna "Concerti in Villa a Seriate": primo appuntamento venerdì 28 giugno
Pubblicato:
Aggiornato:

Quattro appuntamenti con cadenza mensile animeranno quattro dimore storiche di Seriate con il ritorno di Concerti in villa. La rassegna, arrivata alla quattordicesima edizione, è promossa dall'Assessorato alla Cultura, in collaborazione con la XVIII edizione del Festival Violoncellistico Internazionale Alfredo Piatti 2024 e la direzione artistica del maestro Attilio Bergamelli, sponsorizzata da Minifaber, allinea quattro esibizioni dove il violoncello e stili musicali variegati sono i protagonisti.

Gli appuntamenti

Gli appuntamenti prendono il via questo venerdì, il 28 giugno, in villa Ambiveri con La voce del violoncello. Un viaggio dal '700 a oggi con il violoncello di Michele Marco Rossi. Gli eventi successivi avranno cadenza mensile (sempre alle 21): il 26 luglio al Castello Rivola, Romanzo alla Luna con Stefano Maffizzoni Andrea Condeli (flauto e chitarra); il 30 agosto, in Villa Guerinoni Scopriamoli insieme, tango, milonga e habanera con Alessandro di Masi e Gabriele Asperti (sax e chitarra); infine, il 20 settembre al Gavazzeni A due violoncelli, dialogo barocco con Paolo Beschi Umberto Pedraglio al violoncello.

Il legame con il Festival Violoncellistico

UmbertoPedraglio (24)
Foto 1 di 6

Umberto Pedraglio

1 FotoMaffizzoni
Foto 2 di 6

Stefano Maffizzoni

2 FotoCandeli
Foto 3 di 6

Andrea Candeli

MicheleMarco Rossi foto
Foto 4 di 6

Michele Marco Rossi

Di Masi Asperti foto
Foto 5 di 6

Alessandro Di Masi e Gabriele Asperti

PaoloBeschi
Foto 6 di 6

Paolo Beschi

«Quest'anno, vista la interrelazione tra i Concerti in Villa e la XVIII edizione del Festival Violoncellistico Internazionale Alfredo Piatti abbiamo dedicato due appuntamenti al violoncello – spiega l'assistente alla direzione artistica Ljuba Bergamelli -. Ragione per cui la quattordicesima edizione sarà inaugurata da un recital violoncellistico e chiusa da un duo violoncellistico. Saranno infatti Paolo Beschi e Umberto Pedraglio, i due maestri che ci condurranno in una illuminata selva barocca tra Geminiani, Costanzi, Gabrielli e Barrière, fino a omaggiare il nostro Alfredo Piatti con la sua splendida Elegia».

La musica come chiave   

Il neoeletto sindaco Gabriele Cortesi sottolinea: «La musica, ancora una volta, sarà la chiave con cui si riapriranno le dimore storiche della nostra città, da riscoprire sotto una nuova veste, quella sonora, che abbellisce ulteriormente la ricchezza storica e culturale dei luoghi scelti. Ma allo stesso tempo, il format della rassegna permette anche di riscoprire e promuovere in modo diverso la musica, che esce dai teatri e incontra il pubblico in contesti di pregio».

E l'assessore ala Cultura Ester Pedrini, nominata da poco aggiunge: «Per me è una gioia potere ripartire da assessore dando di nuovo il benvenuto a questa iniziativa, che porta con sé la bellezza della musica, la valorizzazione del nostro patrimonio storico e artistico, l'occasione di ascoltare musicisti affermati e giovani talenti, l’opportunità di incontrarsi e di vivere la propria città in modo suggestivo»..

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali