Il video della danza del mister

E anche Gasp s'è messo a ballare la Papu Dance, come promesso

E anche Gasp s'è messo a ballare la Papu Dance, come promesso
Eventi 18 Maggio 2017 ore 06:00

E alla fine, Papu Dance fu. Come promesso, a qualificazione europea raggiunta, anche il tecnico nerazzurro Gian Piero Gasperini si è lasciato andare a pochi passi della danza inventata dal capitano atalantino e diventata, in poco tempo, un vero e proprio fenomeno del web.

 

 

Ospite insieme a quasi tutta la squadra nerazzurra dello spettacolo "The Two Men Show", con protagonisti Andrea Petagna e il Papu Gomez in favore delle scuole calcio InsuperAbili, la sera del 15 maggio, a Palazzo Parigi (Milano), Gasperini è stato invitato sul palco dai conduttori della serata, i giornalisti di Sky Gianluca Di Marzio e Federica Masolin. A quel punto, al fianco proprio dei suoi due giocatori e del trio comico Gli Autogol, sulle note della canzone che questi ultimi hanno realizzato insieme al Papu Gomez, Baila como el Papu (su musica di Dj Matrix), Gasperini ha abbozzato qualche passo mandando in visibilio i circa trecento ospiti presenti. Del resto lo aveva promesso durante una conferenza stampa di poche settimane fa: se fosse arrivata l'Europa, avrebbe ballato la Papu Dance. E Gasp è un uomo di parola.

 

 

Per nulla imbarazzato, ma certamente divertito e consapevole di stare partecipando a un evento pensato per fare del bene, Gasperini è parso molto rilassato e ha scherzato con i suoi due giocatori. In realtà, già dopo il pareggio di sabato sera contro il Milan, negli spogliatoi, quando era iniziata la festa nerazzurra per la conquista matematica dell'Europa League, il tecnico aveva abbozzato un paio di passi, come ha mostrato un video postato su Instagram Story da Andrea Conti (presentatosi all'evento di Palazzo Parigi con una improbabile capigliatura biondo platino). Ma niente a che vedere con il ballo scatenato, seppur breve, a cui ha dato vita Gasperini sul palco del "The Two Men Show" e con il quale ha scatenato una selva di applausi. Del resto l'Atalanta di quest'anno è anche, e forse soprattutto, questo: una danza felice verso un sogno. Sulle note della Papu Dance, ovviamente.