Menu
Cerca
Meraviglia

C'è una rondine in via Gavazzeni È la primavera della street art

C'è una rondine in via Gavazzeni È la primavera della street art
Eventi 29 Giugno 2018 ore 13:24

Un gioiello firmato  dalla nota artista Ericailcane ha preso vita ieri - sua prima opera a Bergamo - in via Gavazzeni, all’angolo con via del Conventino sul muro della sede di Caritas Diocesana Bergamo. Un’opera che si inserisce nel solco dell’intervento che Pigmenti e Tantemani, progetti di Cooperativa Sociale Patronato San Vincenzo, stanno sviluppando sul quartiere Malpensata di Bergamo. Immediatamente dopo la fine di Baleno Festival al parco della Malpensata, quindi, un altro tassello di rinascita.

4 foto Sfoglia la gallery

Dopo gli interventi di Joao Samina con i suoi 10 volti sui muri del quartiere e quello di Zesar Bahamonte con il suo muro dedicato a Bergamo Jazz, quindi, Ericailcane, artista che dipinge in Italia e nel mondo da circa 20 anni condividendo negli anni tanti muri con l’artista Blu (che lo scorso anno ha dipinto una sua opera a Celadina) e realizzando opere raffiguranti animali mettendo sempre in primo piano una forte attenzione ai temi sociali, ambientali e politici. L’intervento di Ericailcane è stato inserito nel dispositivo Street Art a Bergamo del Comune di Bergamo. «Siamo molto felici di aver ospitato un artista di tale spessore e sensibilità. La rondine al centro della sua opera in via Gavazzeni interroga tutti noi», hanno detto Davide Pansera, Andrea Giudici e Michele Foresti di Pigmenti/Tantemani.