Festival

Il Parco Olmi riapre in un Baleno: musica e creatività in Malpensata

Eventi, arte e progetti sociali da mercoledì 23 a domenica 27 giugno. La manifestazione è organizzata da Tantemani, progetto nell’orbita del Patronato San Vincenzo

Il Parco Olmi riapre in un Baleno: musica e creatività in Malpensata
Tempo libero Bergamo, 21 Giugno 2021 ore 00:03

«Il Parco Ermanno Olmi è simbolo della complessità e della fragilità dei nostri giorni, è un luogo ricco che richiede cura, soluzioni e strategie per trovare una sua fioritura. Baleno Festival punta a generare un’esperienza che poi maturi in ricordo e che contribuisca a determinare un'emozione condivisa rispetto al parco». Con queste parole Davide Pansera, direttore creativo di Tantemani, presenta la nuova edizione di una manifestazione di grande importanza simbolica e valore sociale, per la Malpensata e per tutta la città: Baleno, appunto, che torna da mercoledì 23 a domenica 27 giugno.

L’organizzazione è a cura del già citato Tantemani, progetto della Cooperativa Sociale Patronato San Vincenzo, con il patrocinio del Comune di Bergamo, il sostegno di Fondazione Comunità Bergamasca e la collaborazione con Uau - festival d’illustrazione e cose belle – e con Libreria Incrocio Quarenghi.

7 foto Sfoglia la gallery

L’iniziativa presenta un calendario di attività di natura sociale e culturale, adatte a tutte le età e le tipologie di persone, aprendo il parco a tutta la popolazione e invitando ogni persona a prendere parte attivamente alle proposte. Ai laboratori creativi, che si svolgeranno nel corso dei pomeriggi coinvolgendo persone adulti e bambini, si aggiungono presentazioni di libri e albi illustrati, concerti serali, live painting, incontri, workshop di illustrazione. Ma anche film, yoga all'aperto e molto altro.

Nei primi due giorni, il 23 e 24 giugno, la programmazione prevede una serie di attività laboratoriali pomeridiane indirizzate ai partecipanti dei Cre degli oratori di Santa Caterina, Celadina e Malpensata, e il servizio bar aperto dalle 16 alle 21, con la possibilità di farsi un aperitivo.

Venerdì 25 giugno, oltre alle attività laboratoriali che si svolgono nel pomeriggio, alle 21.30 ci sarà il concerto del collettivo Otu affiancato, per l’occasione, da una “live drawing performance” a cura dell’illustratrice Giada Fucelli. Inoltre, durante l’aperitivo, esibizione sax del duo composto da Matteo Naldi, studente del Conservatorio di Bergamo e partecipante del Laboratorio Tantemani, e Matteo Mesiti.

Sabato 26 giugno per tutta la durata della giornata si svolge il workshop “Habitanti” di Gianni Puri, organizzato da Uau e su iscrizione, i laboratori di Tantemani nel pomeriggio, la presentazione della rivista “Bandita” del Laboratorio Tantemani e del progetto Capacityes con la partecipazione di rappresentanti istituzionali del Comune di Bergamo e dell’artista Luogo Comune, che ha realizzato nel quartiere di Borgo Palazzo i murales sul tema dell’Odissea. Alle 19 segue la presentazione del graphic novel “Stalattite” di Pablo Cammello in collaborazione con Uau e Coconino Press e alle 21.30 il concerto di Uhuru Republic con il live painting degli artisti Nicola Alessandrini e Lisa Gelli.
Domenica 27 giugno, giornata conclusiva del Festival, secondo workshop a cura di Uau, sempre su iscrizione, con l’illustratore Lucio Schiavon, dalle 9 alle 19, yoga nel parco la mattina con Genna Iura, i laboratori creativi di Tantemani dalle 15 alle 19 e poi la presentazione dell’albo illustrato “La bambina e l’armatura” di Alicia Baladan con relativo workshop per bambini, infine, alle ore 21.30 proiezione del documentario “L’uomo che rubò Banksy” di Marco Proserpio.

Per informazioni e prenotazioni: tantemani.it (scrivere a uauilfestival@gmail.com per gli eventi a cura di Uau).