Spettacoli
biglietti in prevendita

Il 16 luglio a Bergamo il Concertozzo di "fine sfiga" con Elio e le Storie Tese

Sono già aperte le prevendite sui circuiti Ticketone, Ticketmaster e Vivaticket. Il ricavato del Concertozzo sarà devoluto al Cesvi per aiutare i profughi in fuga dall’Ucraina

Il 16 luglio a Bergamo il Concertozzo di "fine sfiga" con Elio e le Storie Tese
Spettacoli Bergamo, 05 Aprile 2022 ore 10:57

Era la primavera del 2020 quando il Trio Medusa chiamò Elio e le Storie Tese per sognare insieme un grande concerto di "fine sfiga". Una richiesta indeclinabile per il complesso che, nonostante si fosse ormai dedicato al golf e al modellismo, indossato nuovamente la maschera di supergruppo e rilanciato la proposta, aggiungendo la volontà di aiutare il mondo della musica.

Da oggi, l’evento tanto atteso ha una data e un nome: Elio e le Storie Tese saliranno eccezionalmente di nuovo insieme sul palco il 16 luglio, all’Arena Fiera di Bergamo, per il "Concertozzo", un pomeriggio e una serata di musica e intrattenimento. Dalle oggi, martedì 5 aprile, sono aperte le prevendite sui circuiti Ticketone, Ticketmaster e Vivaticket. Il ricavato del Concertozzo sarà devoluto al Cesvi per aiutare i profughi in fuga dall’Ucraina.

«Elio e le Storie Tese sono lieti di annunciare il Concertozzo! La grande festa di fine sfiga in collaborazione con e per merito del Trio Medusa – commenta la band -. Sia l’occasione per ritrovare la gioia di stare insieme senza pensare a nient’altro che a divertirsi».

«Due anni fa, in pieno lockdown, per radio passammo un brano di Elio e le Storie Tese – racconta il Trio Medusa -. Agli ascoltatori regalò un sorriso, a noi un sogno: "Sarebbe bello poter festeggiare la fine di questo incubo con un concerto degli Elii, riuniti eccezionalmente per l’occasione". Detto fatto! Ora siamo all'atto finale: il 16 luglio, a Bergamo, sarà una festa della musica. Perché la rinascita passa per la musica, come la Pace».

Elio e le Storie Tese, Trio Medusa e l’organizzazione umanitaria Cesvi due anni fa lanciarono anche l’asta solidale #Insiemeperlamusica per raccogliere fondi per tutte quelle band indipendenti e meritevoli, duramente colpite dalle restrizioni della pandemia. Un progetto di grande successo, grazie al quale vennero raccolti 150 mila euro devoluti a 46 band musicali emergenti.

«Bergamo ha vissuto sulla sua pelle l’inizio della pandemia e Bergamo non vede l’ora di celebrarne la fine – commenta il sindaco Giorgio Gori -. Il Covid circola ancora, ma grazie ai vaccini siamo tutti più sicuri, finalmente nella condizione di tornare ad assistere ad un concerto. Ringrazio il Trio, gli “Elii” e Friends & Partners per aver onorato la promessa che ci fecero allora. Bergamo è felice di riabbracciarli».

«Gli amici del Trio Medusa ci hanno aiutato per molti anni nella nostra lotta all’Hiv e alle diseguaglianze nel Sud del mondo. Quando ci hanno proposto questa iniziativa non abbiamo esitato, attivandoci per garantire un aiuto urgente a tante band musicali colpite dalla pandemia – conclude il vicedirettore generale di Cesvi, Roberto Vignola -. Annunciare il concerto è per noi un motivo di orgoglio, a maggior ragione perché ancora una volta metteremo in scena una grande operazione di solidarietà a sostegno dei progetti di Cesvi in Ucraina».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter