Spettacoli
Proposta allo studio

Un’estate di eventi al Lazzaretto, con le giuste distanze: si può fare

Teatro, danza e musica con ingressi contingentati, nonché piccoli spettacoli per la città: Palazzo Frizzoni ci sta lavorando

Un’estate di eventi al Lazzaretto, con le giuste distanze: si può fare
Spettacoli Bergamo, 30 Aprile 2020 ore 07:30

Compagnie teatrali e di danza, associazioni culturali, musicisti e lavoratori dello spettacolo uniti da un manifesto per tornare in pista dopo uno stop dolorosissime e inedito per un settore indispensabile ma non strategico, fermo ormai da fine febbraio. L’idea? Organizzare al Lazzaretto una serie di eventi che sappiano far riflettere sul momento difficilissimo che stiamo vivendo. Facendo, nel contempo, dell’intrattenimento. Lo spazio si presta alle necessità del caso: un prato ampio ma tutto da organizzare per palco, ingressi contingentati, distanziamento.

Il Comune ci pensa. Un’idea che piace all’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti, anche se manca ancora un pronunciamento chiaro per i mesi a venire del Governo (dovrebbe arrivare a fine maggio). Palazzo Frizzoni pensa anche a un altro progetto: proporre piccoli eventi per un numero limitato di spettatori in luoghi diversi della città.

Lirica e cinema. Se il progetto al Lazzaretto va in porto, ci sarà probabilmente anche spazio per la lirica. La Donizetti Night, nel frattempo, è già fissata per il 5 settembre. Anche il cinema all’aperti di Esterno Notte, rassegna promossa storicamente da Lab 80 nel cortile della biblioteca Caversazzi, potrebbe spostarsi al Lazzaretto. L’idea è di proiettare i film nei mesi di luglio e agosto, ma è tutto da vedere.