Gli appuntamenti di questa estate

E quindi uscimmo a riveder le stelle Ma all’Osservatorio di Ganda !

E quindi uscimmo a riveder le stelle Ma all’Osservatorio di Ganda !
18 Luglio 2019 ore 09:10

Le stelle hanno da sempre affascinato grandi e piccini, ispirando artisti nei secoli, attirando sognatori, influenzando e incantando popoli interi per migliaia di anni. La magia offerta dal cielo stellato si intensifica con l’arrivo dell’estate e molto spesso, in queste serate, ci ritroviamo con il naso all’insù, a contemplare lo spettacolo offerto da questi puntini luminosi. Spesso alla ricerca di una stella cadente e, di conseguenza, di un desiderio da esaudire. Nel territorio di Aviatico, l’Osservatorio di Ganda ci permette di osservare la profondità degli astri, trasformando quello che abbiamo banalmente definito un puntino luminoso in una miriade di galassie e stelle dai colori unici e straordinari.

4 foto Sfoglia la gallery

Il Circolo Astrofili Bergamaschi. La storia dell’Osservatorio di Ganda è legata al Circolo Astrofili Bergamaschi, presente sul territorio bergamasco fin dal lontano 1974. L’associazione ha come scopo quello di riunire tutti gli appassionati di astronomia della provincia di Bergamo, senza limiti di età o requisiti culturali. Unico requisito fondamentale: il desiderio di conoscere le meraviglie del cielo. I soci sono costantemente operativi nella promozione dei diversi temi legati all’astronomia: dalla divulgazione tramite conferenze a tema eseguite direttamente sul campo alla fotografia astronomica, sia planetaria che del profondo cielo, fino alla vera ricerca scientifica nell’ambito delle stelle variabili tramite il metodo delle curve di luce. Un lavoro che ha portato il gruppo a pubblicare numerosi trattati, anche su riviste internazionali. I creatori del circolo hanno pensato fin da subito di costruire un osservatorio astronomico atto alla divulgazione e alla ricerca. Sono però serviti quasi venticinque anni per realizzare questo obbiettivo, costato fatiche e sacrifici. Nel 1999, grazie al contributo del Comune di Aviatico (che ha concesso il terreno in comodato d’uso per i cento anni successivi) è stato inaugurato al pubblico l’Osservatorio della Ganda, posto a 1200 metri d’altezza.

4 foto Sfoglia la gallery

L’osservatorio a Selvino. Ormai sono vent’anni che i telescopi dell’osservatorio sono puntati verso le stelle. «La zona, vista la quota e il basso inquinamento luminoso, è perfetta per noi astrofili – commenta Assunta, responsabile della divulgazione e da sempre nel direttivo dell’associazione -. Le serate presso l’Osservatorio si svolgono inizialmente con una breve conferenza adatta a tutti, dove vengono illustrati i pianeti, le costellazioni, il Sole e, in queste giornate di ricorrenza per il nostro satellite, la Luna. Una passeggiata tra le stelle, che prosegue nel secondo step con l’osservazione del cielo grazie ai telescopi presenti in sala. Successivamente si sale alla cupola, dove è possibile ammirare l’enorme telescopio Newton da 500 mm utilizzato dai soci per scopi scientifici e per eseguire fotografie con risoluzioni e qualità impensabili. La struttura è aperta gratuitamente tutto l’anno, tutti i primi venerdì sera del mese, dalle 21 alle 24. Durante i mesi di luglio e agosto si tengono delle aperture extra al pubblico: nei weekend è prevista l’osservazione delle meraviglie del cielo, nel pomeriggio sarà invece possibile scrutare da vicino la nostra stella, il Sole. Questi eventi sono completamente gratuiti e senza prenotazione».

4 foto Sfoglia la gallery

Un’esperienza da provare. Quale occasione migliore per festeggiare i 50 anni dal primo sbarco sulla Luna, se non passare una serata presso l’Osservatorio di Ganda? La prossima apertura straordinaria è prevista sabato 27 luglio, dalle ore 15 alle 18 e dalle 21 alle 24. Segue l’apertura serale di venerdì 2 agosto, sempre dalle 21 alle 24, e la giornata speciale del 10 agosto, con apertura pomeridiana e serale per festeggiare la “Notte delle Stelle Cadenti”. Chiude il ciclo delle aperture speciali domenica 25 agosto, con doppio appuntamento sia al pomeriggio che alla sera. Per tutte le informazioni, per la prenotazione di una serata in Osservatorio da parte di gruppi numerosi (fino a 30-35 persone) o per l’organizzazione di conferenze in scuole, circoli culturali, biblioteche, oratori, club privati o altro, si può contattare il numero: 3272439200. Il CAB (Circolo Astrofili Bergamaschi) si riunisce ogni mercoledì sera alle 21.15 presso la sede di Curno, in via IV Novembre.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia